Mercati coperti, saranno sempre più luoghi d'aggregazione

Tre bandi specifici per Wagner, Morsenchio e Zara. Ma anche per tutti gli altri mercati di periferia

Tre mercati coperti si trasformeranno in strutture multifunzione e luoghi di aggregazione. Si tratta dei mercati di Wagner, Morsenchio e Zara. Il progetto è stato presentato dal Comune di Milano venerdì 3 agosto: giovedì, invece, due provvedimenti votati dalla giunta. Uno individua le linee guida per assegnare la gestione dei tre mercati a soggetti privati, l'altro stanzia 120 mila euro per progetti di animazione sociale e culturale in tutti i mercati coperti di Milano, soprattutto quelli al di là della circonvallazione esterna.

I bandi veri e propri saranno pubblicati nei prossimi mesi: chi parteciperà dovrà dimostrare l'interesse a sviluppare le attuali strutture di vendita trasformandole in moderne realtà polifunzionali, che affianchino alla vendita di generi alimentari la somministrazione di alimenti e bevande, come anche attività artigianali o di erogazione di servizi, e infine attività formative e culturali su cibo, salute ed educazione alimentare per coinvolgere il più possibile gli abitanti dei rispettivi quartieri.

Le regole e i canoni

Parliamo delle strutture di piazza Wagner (1.212 metri quadrati), largo Guerrieri di Gonzaga (1.337 metri quadrati) e piazzale Lagosta (603 metri quadrati). Nessuno potrà aggiudicarsi più di un mercato. A Wagner e Morsenchio ogni impresa non potrà disporre di più di un quinto della superficie di vendita complessiva e lo stesso prodotto non potrà essere venduto su più di un quinto della superficie. Quota che sende a un terzo, per le diverse proporzioni, nel mercato di Zara.

La concessione avrà una durata di vent'anni e la base d'asta sarà un canone annuale di 10 mila euro per Morsenchio, 15 mila euro per Zara e 170 mila euro per Wagner. I canoni sono calcolati sui valori al metro quadrato degli immobili della zona, tenendo conto però degli interventi di ammodernamento a carico di chi avrà ottenuto le concessioni: sviluppo dei progetti e interventi di ripristino e adeguamento delle strutture e degli impianti.

Avranno punti in più i progetti che prevedono l'inclusione degli attuali concessionari e occorrerà salvaguardare il più possibile il livello occupazionale del personale. "Vogliamo garantire la tenuta del modello mercatale per molti anni, rendendolo flessibile per rispondere ai nuovi bisogni dei cittadini", ha spiegato Cristina Tajani, assessore al commercio, parlando di "un cambiamento di approccio che porti i mercati a essere luogo di scambio non solo di merci ma anche di idee e relazioni".

Le altre strutture cittadine

Quanto agli altri mercati coperti milanesi, o almeno quelli esterni alla circonvallazione della 90/91, sono state approvate linee guida per attuare animazione culturale e sociale con un finanziamento complessivo di 120 mila euro, ma al massimo di 20 mila euro per ogni progetto presentato da associazioni, Onlus, cooperative sociali o fondazioni. Obiettivo: rigenerazione territoriale per rendere il mercato coperto un luogo inclusivo, promuovendo consumo consapevole, educazione alimentare, riuso e riciclo.

A settembre, al mercato coperto di piazzale Ferrara, una "anticipazione": il progetto realizzato da La Strada insieme a realtà come Nocetum, Terzo Paesaggio e altri, con il sostegno economico di Fondazione Cariplo. Per due anni, quattro stalli oggi vuoti saranno un punto di riferimento della vita sociale del quartiere. Due stalli ospiteranno la portineria di quartiere, il book crossing, la bacheca di quartiere per piccoli annunci e altri servizi di vicinato oltre a numerosi appuntamenti cultuali come la presentazione di libri o mostre d’arte e fotografiche realizzate dagli stessi abitanti.

Gli altri due stalli saranno invece dedicati al tema degli stili di vita sostenibili e ospiteranno laboratori, corsi e seminari rivolti agli adulti e ai bambini  inerenti la promozione di una sana e corretta  alimentazione, la trasformazione del cibo, la lotta agli sprechi e il riuso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • La Lombardia diventa zona arancione: adesso è ufficiale. Ecco da quando e cosa cambia

  • Vitamina D, che cosa mangiare per farne il pieno

  • Milano, Metropolitana M4: ecco le prime immagini della fermata dell'aeroporto Linate

  • Milano, festa al parchetto con gli amici: mix di alcol e droga, ragazzina 16enne in coma

  • Covid, Milano si sveglia in zona arancione: riaprono i negozi. Galli: "Scelta politica"

Torna su
MilanoToday è in caricamento