Economia

Da Porta Genova a Londra il successo di Mercato Metropolitano

Aperto in un'ex cartiera di Elephant&Castle: stesso format che fu un successo a Porta Genova durante Expo 2015

Il Mercato Metropolitano londinese (foto Instagram ufficiale)

Non è ancora pronto a partire il Mercato Agricolo all'ex scalo ferroviario di Porta Genova: doveva essere il proseguimento naturale del Mercato Metropolitano che a lungo era stato considerato un "fiore all'occhiello" per la città, ma che era stato "stritolato" dai debiti. Unaproa, gestore del mercato, ha avviato consultazioni serrate con Palazzo Marino per riaprire ad autunno 2016 con un format più vicino ai produttori agricoli senza dimenticare la chiave del successo precedente, lo street food di qualità. Per ora, però, tutto è fermo, perché il dialogo col comune di Milano non è ancora arrivato ad un punto finale.

Nel frattempo il Mercato Metropolitano prende vita a Londra. Grazie a Intesa San Paolo, entrata nella holding MMH con due milioni di investimento. Una fabbrica di carta a sud del Tamigi, nel quartiere Elephant&Castle, non molto lontano da Waterloo Station. La formula non è dissimile da quella milanese (successivamente sperimentata anche a Torino): musica, arte, ristorantini e chioschi. Il Mercato Metropolitano in versione londinese conta 450 aziende attive con una offerta di oltre 2.800 prodotti tipici, realizzati da piccoli artigiani locali. E l'obiettivo è di continuare con il piano di aperture, nelle metropoli estere, dove l'associazione delle parole "Italia" e "cibo" è sempre una garanzia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Porta Genova a Londra il successo di Mercato Metropolitano

MilanoToday è in caricamento