menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Carlo Vichi

Carlo Vichi

Muore la tv Mivar: l'azienda di Carlo Vichi produrrà mobili

Stop agli ordini della componentistica: finite le scorte, chiude l'assemblaggio di televisori. L'azienda non ha retto al passaggio al lcd e al led

La Mivar chiude, anzi no: due notizie in una, nelle dichiarazioni rilasciate da Carlo Vichi, 90 anni, "patron" della storica azienda di televisioni di Abbiategrasso, un tempo leader in tutta Europa. Lui, innanzitutto, non ha alcuna intenzione di andare in pensione. Ma la sua azienda non produrrà più televisioni. Si riconvertirà.

Fatale il passaggio dal tubo catodico ai display lcd e poi led. La Mivar in realtà non "produce" più da anni, si limita ad assemblare la componentistica che proviene da altri Paesi. Eppure il tentativo di restare al passo c'è stato: ultimamente venivano assemblati apparecchi "smart", con sistema operativo android. Ma nulla da fare. Così Vichi ha deciso: dopo l'esaurimento delle scorte della componentistica, non ne saranno ordinate altre. Questione di poche settimane.

Tanto per dare un'idea: nel 2013 sono state assemblate alcune centinaia di televisioni. Nel 1998, dallo stabilimento ne uscirono 917 mila. Una differenza abissale. "Segnato" anche il destino dei lavoratori: alla fine ne resteranno alcune decine, sempre secondo quanto Vichi afferma. Si parla di mobilità spalmata su tre anni, con la cassa integrazione straordinaria che si conclude a fine novembre.

Vichi ha già deciso di che cosa si occuperà dopo le tv: di mobili. Sta progettando una linea di tavoli per le mense, i self service e i luoghi affollati in generale. Non ha alcuna intenzione di fermarsi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento