rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Economia

Milano e le vacanze "fantasma": migliaia di milanesi rimangono in città

Aumentano, rispetto al 2010 nello stesso periodo, i consumi di acqua e la raccolta di rifiuti. Secondo le stime, migliaia di milanesi sono rimasti a casa. Tanti i negozi aperti. Tiene il turismo

La prima settimana di agosto ha visto crescere del 5%, rispetto all'anno scorso, il numero dei milanesi rimasti in città. E i negozi rimasti aperti sono stati 6mila, 1.500 in più rispetto al 2010.

«Gli indicatori che solitamente usiamo per determinare le presenze in città - ha dichiarato l'Assessore al Commercio e al Turismo, Franco D'Alfonso - mostrano un aumento dei rifiuti raccolti da Amsa e consumi di acqua potabile tali da stimare in un più 5% le presenze in città nella prima settimana d'agosto».

In particolare, i rifiuti domestici raccolti nella prima settimana di agosto sono aumentati del 6,4% (pari a 8.195 tonnellate) rispetto allo stesso periodo dello scorso anno (7.690 tonnellate di rifiuti raccolti), e l'Acquedotto, gestito da Metropolitana Milanese, comunica consumi idrici sostanzialmente analoghi all'agosto 2010 (indicato 4.200.000 Mc) in un quadro generale del calo dei consumi annuali.

«Contemporaneamente - ha continuato D'Alfonso - sono aumentati anche i commercianti che hanno volontariamente segnalato al Comune il periodo dell'apertura in agosto del proprio esercizio; sono infatti oltre 6.000 i commercianti che hanno messo a disposizione il proprio indirizzo e settore commerciale al servizio comunale telefonico del centralino 020202 che fornisce in tempo reale, a tutti i cittadini interessati, il recapito dei negozi aperti in una determinata zona della città».

A questo proposito si ricorda che l'unica categoria alimentare con turni obbligatori di apertura è quella dei 508 panificatori, con 362 negozi aperti nella prima settimana, 223 previsti per la seconda, 178 nella terza e 252 nell'ultima. A questi vanno aggiunti gli oltre 250 supermercati aperti tutto agosto nei diversi quartieri della città.

Bene anche il turismo. Le presenze più numerose sono sempre quelle straniere (54%) caratterizzate da una prevalenza di turisti provenienti da Cina, Stati Uniti e Regno Unito. Buona la presenza tedesca e quella spagnola. Per quanto riguarda l'offerta museale, in crescita le presenze in tutti i maggiori Musei milanesi: Pinacoteca di Brera + 10%, Musei Civici + 10% con un interessante dato del Museo del '900 che ha raggiunto nei soli mesi di giugno e luglio oltre 40.000 presenze. Il Cenacolo Vinciano nei soli mesi di giugno e luglio ha registrato circa 69.000 visitatori.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Milano e le vacanze "fantasma": migliaia di milanesi rimangono in città

MilanoToday è in caricamento