C'è il sì del Comune al progetto misto pubblico e privato per rifare il Lido di Milano: come sarà

Una nuova vita per il Lido di piazzale Lotto, luogo simbolico dello sport a Milano

Una nuova vita per il Lido di piazzale Lotto, luogo simbolico dello sport a Milano e tra i più popolari in città durante la stagione estiva, mantenendo la sua vocazione sportiva e ricreativa. È l’obiettivo della Giunta del capoluogo lombardo che ha dichiarato fattibile e rispondente all’interesse pubblico la proposta di progetto per l’affidamento in concessione per la realizzazione di un nuovo centro sportivo nell’area nonché la successiva gestione per un periodo di 42 anni presentata da parte della società iberica Ingesport Health and Spa Consulting S.A., leader dei centri Go Fit.

“Questo progetto di partenariato pubblico-privato prevede la riqualificazione di tutte le strutture esistenti e degli spazi pubblici, che saranno a disposizione dei cittadini, nonché la realizzazione di una nuova palazzina che ospiterà un centro ludico-sportivo molto attrezzato” ha dichiarato l’assessora comunale allo Sport, Roberta Guaineri, aggiungendo che “un’opportunità preziosa che renderà il Lido agibile per tutto l’anno e non limitatamente ai tre mesi estivi e che aiuta ad ampliarne l’offerta, non solo sportiva, per tutti i milanesi, con offerta gratuita di alcuni spazi, abbonamenti scontati per l’attività sportiva per le famiglie, con gratuità per i minori. Ora procediamo celermente per restituire al più presto ai milanesi questo monumento al benessere totalmente rinnovato”.

Come sarà il nuovo impianto sportivo

Attualmente l’intero complesso, affidato a Milanosport, è costituito da una piscina all’aperto, 4 campi da tennis sintetici e illuminati, 3 dei quali con copertura invernale, 2 campi da calcio a 5, un campo di minigolf (aperto da marzo a novembre), un edificio spogliatoi (il padiglione delle cabine rotazione), servizi di supporto alla piscina (il padiglione cabine individuali, piscina e bar del padiglione) e la Rotonda, che si trova alla fine del parco, ospita una grande e luminosa palestra per la pratica di esercizi e una ludoteca.

Il progetto proposto ha come obiettivo la riqualificazione del complesso mediante la realizzazione di una nuova struttura da adibire a centro sportivo, la trasformazione dell’attuale piscina (che comporta un notevole spreco di risorse in quanto non provvista di un adeguato impianto filtrante) in specchio d’acqua, la realizzazione di una nuova piscina stagionale, la manutenzione straordinaria con conseguente messa a reddito dei fabbricati presenti all’interno dell’area oltre al rifacimento integrale, mediante demolizione e ricostruzione in sagoma, del Padiglione cabine individuali.

Le tariffe previste

Per quanto riguarda le tariffe, saranno previste tipologie scontate di abbonamento per famiglie, giovani e terza età. Il canone annuale della concessione è stato quantificato in 80mila euro, mentre l’importo del quadro economico complessivo delle opere è pari ad oltre 25 milioni di euro. La durata dei lavori, previsti in due distinte fasi, è di 24 mesi per la realizzazione del nuovo centro sportivo, la trasformazione dell’attuale piscina, la realizzazione di quella nuova e la manutenzione degli immobili esistenti, e di ulteriori 7 mesi per la demolizione e la ricostruzione del Padiglione cabine individuali, senza alcun contributo a carico del Comune di Milano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Milano, spacca vetrata all'Esselunga e cerca di rubare i soldi dalle casse: preso

  • Incendio a Cologno, fiamme ed esplosioni nel condominio: casa distrutta, palazzo evacuato

  • Bresso (Milano), due agenti della polizia locale accoltellati: uno è grave

  • Coronavirus, dal 27 novembre la Lombardia vuole diventare zona arancione. Cosa cambia

  • Violenza sessuale a Milano, ragazza stuprata dal cugino del padre: "Se parli ti taglio la testa"

Torna su
MilanoToday è in caricamento