Economia

Cresce l'occupazione a Milano nei primi mesi del 2015

"Impennata" dei contratti a tempo indeterminato

Porta Nuova (foto Gobo/Mt)

Cresce l'occupazione a Milano e nell'area metropolitana nel 2015: e cresce, soprattutto, il ricorso al contratto a tempo indeterminato. I dati sono stati resi noti da Cristina Tajani, assessore al lavoro, durante la presentazione del Rapporto sul Mercato del Lavoro.

Nel complesso si registra un promettente +9% nei primi due mesi del 2015, con il ricorso al tempo indeterminato che segna un +24%, rispetto allo stesso periodo del 2014. In particolare, i contratti a tempo indeterminato sono oltre 22 mila, mentre erano stati meno di 18 mila nei primi due mesi del 2014. Ancor più alta la crescita del lavoro interinale (+47%), passando da 7.800 a quasi 11.500. Il lavoro a tempo determinato cresce dell'11%, passando da quasi 40 mila a 44 mila contratti. In netto calo i cococo (-28%), da 17.700 a 12.700, e in lievissimo calo l'apprendistato (poco meno di 2.200 unità).

"Numeri che, pur incorporando gli effetti degli incentivi alle assunzioni disposti dal governo, inducono a guardare con cauto ottimismo alle prospettive occupazionali del territorio", ha commentato Tajani.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cresce l'occupazione a Milano nei primi mesi del 2015

MilanoToday è in caricamento