rotate-mobile
Economia

Passera punta su Malpensa: sarà uno dei tre hub intercontinentali

Pronto il piano-aeroporti del ministro dello sviluppo. Malpensa rinforzerà il suo ruolo di scalo intercontinentale e di hub multivettore. Linate punterà invece ai passeggeri diretti in Europa

Potrebbe essere sul tavolo del consiglio dei ministri già venerdì il piano del ministro Corrado Passera che regolerà il traffico aereo dei prossimi anni. Anticipato dal quotidiano Repubblica l’obiettivo del progetto sembra essere quello di razionalizzare le risorse senza penalizzare il servizio: gran parte degli scali minori saranno dunque dismessi o passeranno sotto la tutela degli enti locali, mentre si punterà a dotare di infrastrutture più efficienti gli aeroporti con maggior traffico. Sui sessanta scali disseminati in tutto il territorio nazionale dovrebbero rimanerne operativi circa 40, a meno che Comuni  o Regioni non decidano di pagare di tasca propria (si fa per dire).

Per i milanesi tuttavia non si profila nessuna brutta sorpresa. I tre scali che servono il capoluogo lombardo verranno infatti confermati nei loro rispettivi ruoli. Confermato dunque il carattere internazionale di Malpensa, che sarà uno dei tre hub intercontinentali della penisola insieme a Fiumicino e Venezia: pronti 7 miliardi di euro per le infrastrutture, e nei progetti del ministro il traffico dovrebbe progressivamente aumentare fino a raddoppiare nel 2030.

Anche lo scalo bergamasco di Orio al Serio rimarrà operativo, continuando a puntare sul traffico low cost, mentre Linate diventerà una sorta di City Airport e raccoglierà i passeggeri diretti in Europa. Un destino diverso si profila invece per l’aeroporto di Brescia che sarà sempre più snodo privilegiato del traffico cargo, sempre che il traffico nell’area lombarda non cresca oltre le aspettative.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Passera punta su Malpensa: sarà uno dei tre hub intercontinentali

MilanoToday è in caricamento