menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tornano i pre-saldi in Lombardia? Parolini (Ncd) li vuole, la Lega frena

Il nuovo assessore al commercio Mauro Parolini promette di convocare i negozianti per ripetere l'esperimento del 2012

Cambia l'assessore al commercio e in Lombardia si torna a parlare di "pre-saldi": sperimentati per un anno quando il governatore era Roberto Formigoni e l'assessore era Stefano Maullu e poi lasciati perdere dal nuovo governatore, il leghista Roberto Maroni. Ora Mauro Parolini, del Nuovo centrodestra, neo-assessore al commercio, è pronto però a convocare le associazioni dei commercianti per rivalutare l'occasione dei pre-saldi, ovvero un periodo di sconti promozionali nel mese precedente l'inizio dei saldi ufficiali.

Una decisione, comunque, che deve passare dal consiglio regionale. E proprio dalla maggioranza la Lega Nord mette il freno alla proposta di Parolini. A parlare è Fabio Rolfi, il vice-capogruppo della Lega, partito storicamente contrario a questo provvedimento. "La  materia - dichiara Rolfi - va maneggiata con estrema cura, perché i commercianti non sono tutti d'accordo. In un periodo di crisi di consumi non va adottato un approccio 'ideologico', che rischia di favorire la grande distribuzione portando a nuove chiusure nel mondo del commercio".

Prudente Renato Borghi, dell'Unione del commercio, contrario "a promozioni liberalizzate", che suggerisce di limitarle solo ad alcuni prodotti, ad esempio due per ogni categoria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento