Venerdì, 17 Settembre 2021
Economia Trenno / Via Novara

Prezzi delle case in picchiata a Milano, ma aumentano le compravendite

Particolarmente in calo i prezzi nella periferia ovest (Baggio, Trenno, San Carlo) e nell'Abbiatense e Magentino

In calo i prezzi delle case

Continuano a diminuire i prezzi degli appartamenti a Milano, ma crescono le compravendite. E' quanto emerge da uno studio della società TeMa, partecipata dalla camera di commercio di Milano, in collaborazione con gli agenti rilevatori della Fimaa. I prezzi del nuovo, in particolare, calano dell'1,9% in città, con un prezzo medio di 4.875 euro/mq in classe A o B, mentre per gli appartamenti di pregio si raggiunge anche il -2,7%. Ma le compravendite crescono del 5,7%, superando nettamente la media nazionale (+2,2%). I dati sono del secondo semestre 2014 rispetto allo stesso periodo del 2013.

I prezzi delle nuove costruzioni 'tengono' in centro (-0,2%), ma appena fuori dal perimetro Duomo-Diaz-San Babila si registrano le flessioni, anche significative: -2,7% a Missori, -6,8% a Monforte-Venezia, -5,2% a Tribunale-Vittoria. Uscendo dai Bastioni, le zone più convenienti sono i Navigli (-7,8%), la Maggiolina (-8,9%), Trenno (-26,5%), Baggio (-18%) e San Carlo (-16,8%).

Fuori città, le diminuzioni più rilevanti riguardano la provincia sud-ovest: in particolare l'Abbiatense, il Magentino e la campagna tra Milano e Pavia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prezzi delle case in picchiata a Milano, ma aumentano le compravendite

MilanoToday è in caricamento