Economia

Prezzi case a Milano: crollo negli ultimi cinque anni

I dati della camera di commercio

Prezzi delle case a Milano (Foto Repertorio di Gaia Galeazzi)

Come sono cambiati, in dieci anni e negli ultimi mesi, i prezzi delle case a Milano? La camera di commercio cerca di fotografare il mercato, rilevando che nella maggior parte dei casi i prezzi (nel lungo periodo) sono fermi, ma con alcune significative eccezioni. Anzitutto gli immobili nuovi in classe energetica A e B, più risparmiosi, che segnano significativi segni di aumento dei prezzi. 

Guardando poi quartiere per quartiere, a crescere di prezzo sono gli immobili nelle zone del design (Garibaldi, Solari), nelle zone più prestigiose (Brera, Quadrilatero) e in quelle lungo la nuova M5. Ma questo riguarda solo le differenze a lungo termine, dal 2007. Se si calcolano gli ultimi cinque anni, invece, le cose sono diverse. Calano i prezzi in periferia. Grande variabilità nelle zone universitarie, che prese insieme segnano stabilità assoluta. Ma occorre leggere in profondità le tabelle per capire meglio la situazione.

Città universitaria - Se infatti, per esempio, la media segna uno zero tondo nelle zone universitarie da dieci anni a questa parte, in realtà le specifiche zone sono state attraversate da cambiamenti significativi. Nirone-Sant'Ambrogio, per esempio, cresce del 6,3% in dieci anni, Bligny-Toscana del 4,5%, largo Augusto dell'1,7%, mentre calano la Bicocca (-4,6%), Città Studi (Pacini-Ponzio, -8,3%), Barona-Famagosta (-6,7%) e Bovisa (-3,1%). Significativo il fatto che tutte queste zone insieme, negli ultimi cinque anni, segnano una diminuzione di prezzo di oltre il 7%.

Città della moda - Cala in dieci anni Venezia-Monforte (-5,1%), ma crescono vistosamente Porta Genova (13,6%) e San Babila (6,2%). Tuttavia, limitandosi agli ultimi cinque anni, tutte queste zone sono in calo: -5,7% per Porta Genova, -8,9% per San Babila, per esempio. E Diaz-Duomo-Scala segna una diminuzione (negli ultimi cinque anni) di ben il 13,3%.

Città dello svago - Solferino-Garibaldi cresce del 19,5% negli ultimi dieci anni ma, in realtà, negli ultimi cinque i prezzi sono fermi. Brera è stabile negli ultimi dieci anni ma diminuisce di oltre il 5% negli ultimi cinque. I Navigli diminuiscono: del 6,8% in dieci anni, di ben l'11,7% in cinque anni. Anche la zona del parco Sempione e del Castello non è da meno: cresce negli ultimi dieci anni (13,4%) ma diminuisce negli ultimi cinque (-2,8%).

Linea M5 - Negli ultimi cinque anni calano tutte le zone prese in esame interessate dal percorso della nuova "lilla". Significativo il dato di via Cenisio: -7,4%. Netto il calo anche nei due "lati" della Fiera Vecchia: in Monterosa -8,7%, in corso Sempione -8,1%. Dal 2007, però, in queste ultime due zone si è visto un aumento altrettanto netto: rispettivamente del 9,8% e del 4,3%. 

Periferie - Con alcune eccezioni, i prezzi delle periferie milanesi sono in caduta. Lambrate, per esempio, segna -17,6% sia nel medio sia nel lungo termine. Salomone-Bonfadini segna diminuzioni di oltre il 10% in entrambi i periodi. Negli ultimi cinque anni, diminuzioni a due cifre anche per Selinunte-Rembrandt, Ripamonti-Vigentino e Corvetto. Tra quelle prese in esame, l'unica zona stabile (non negativa) negli ultimi cinque anni è quella di Brianza-Pasteur. Che, insieme a Greco, è l'unica con segno positivo negli ultimi dieci anni. 

Ultimi sei mesi - Negli ultimi sei mesi del 2016, come si può immaginare, la maggior parte delle zone è piuttosto stabile. Ma con qualche eccezione: diminuiscono dell'1,7% Lambrate, dell'1,8% Accursio, dell'1,4% Selinunte-Rembrandt, dello 0,8% Diaz-Duomo-Scala e Libia-Cirene. Aumentano invece i Navigli (1,1%) e Porta Genova (1,4%). 

Prezzi - Con 12.450 euro al metro quadro, via della Spiga si conferma la più cara di Milano, seguita da altre zone centrali, tutte sopra gli 11 mila euro: Vittorio Emanuele, San Babila, Diaz, Duomo e Scala. L'area di Brera si ferma a una media di 9.800 euro, superata dal Castello Sforzesco (10.450 euro). In periferia, Bande Nere e Martini-Cuoco segnano i prezzi più alti (media di 4 mila euro), mentre bastano 2.600 euro al metro per Salomone-Bonfadini. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prezzi case a Milano: crollo negli ultimi cinque anni

MilanoToday è in caricamento