Domenica, 17 Ottobre 2021
Economia

Prezzi delle case a Milano in aumento nel 2018. A Ponte Lambro si compra a 900 euro/mq

L'analisi dei prezzi degli appartamenti nell'anno appena terminato

Il prezzo delle case a Milano nel 2018 ha segnato una crescita, come sempre diversificata a seconda delle zone. L'analisi del centro studi Tecnocasa aiuta a fotografare il mercato immobiliare per come si è evoluto nell'anno appena trascorso e a tracciare possibili scenari futuri. Di recente anche Idealista aveva pubblicato il suo rapporto, con dati non dissimili.

La crescita più significativa nel prezzo delle case a Milano (+7,2%) si è registrata tra San Siro e la Fiera, grazie sicuramente alla maggiore attrattività dovuta alla linea M5 del metrò, il cui utilizzo è sempre più consolidato. In rialzo i prezzi nella macroarea Bovisa-Sempione (+4,6%), ma in particolare i quartieri di via Paolo Sarpi e di piazza Firenze. Un ritocco all'insù, però, anche in zona Accursio, dove i prezzi sono tradizionalmente bassi e dove è in realizzazione la nuova sede del consolato degli Stati Uniti all'ex Poligono. 

Lo Scalo Farini, che diventerà nelle intenzioni dell'amministrazione il "Central Park" milanese, sta producendo i suoi primi effetti sul mercato immobiliare in zona Cenisio e, dalla parte opposta, in zona Bovisa, dove giocherebbe un ruolo significativo anche il recupero della Goccia.

Cresce anche la macroarea Città Studi-Indipendenza (+4,8%), con un andamento al rialzo soprattutto nella zona di via Padova e in viale Abruzzi, ed è in crescita (+4%) anche l'area tra la Stazione Centrale (dove chi acquista lo fa soprattutto per mettere a reddito con Airbnb) e gli assi di viale Monza, via Melchiorre Gioia e viale Fulvio Testi.

Alte percentuali di crescita dei prezzi anche tra corso Vercelli e via Lorenteggio, anche per la futura M4, mentre nei quartieri a sud del centro i prezzi crescono comunque, ma non così tanto: si parla del +2,8% dei Navigli e di Famagosta, con ritocchi un po' più alti in via Ripamonti che registra una certa vivacità con Symbiosis e Fondazione Prada. Infine lo scenario: i prezzi, secondo Tecnocasa, sono destinati ad aumentare ancora.

I prezzi: si può comprare con 900 euro al mq

Per un appartamento "economico usato" nella zona di Ponte Lambro, estrema periferia est della città, si riesce a trovare anche un prezzo di 900 euro al metro quadro. Secondo la ricerca, è il dato più basso di tutta la città. In via Amoretti, Quarto Oggiaro e Villapizzone si spunta 1.000 euro al metro quadro. Poco più cari (1.100 euro) i prezzi al metro quadro per immobili (sempre economici usati) a San Siro e Bovisasca.

Di contro, un appartamento signorile di nuova edificazione può costare anche 10 mila euro al metro quadro all'Isola. Occorre però tenere conto che i dati non comprendono alcune zone del centro storico di grandissimo pregio (tra cui il Quadrilatero, Duomo, Castello o Brera) né City Life o Porta Nuova.

In Città Metropolitana la geografia dei prezzi è ancora più variegata. Con 400 euro al metro quadro si acquistano appartamenti economici a Boffalora sopra Ticino, con qualcosa in più in diversi Comuni tra cui Parabiago, Bernate Ticino, Arconate e Magenta. Di contro, Cernusco sul Naviglio (sopra i 3 mila euro al metro quadro) e Cologno Monzese (appena sotto) sono i due Comuni più cari quanto ad appartamenti signorili di nuova costruzione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prezzi delle case a Milano in aumento nel 2018. A Ponte Lambro si compra a 900 euro/mq

MilanoToday è in caricamento