rotate-mobile
Economia

Casa, compravendite in caduta libera: a Milano -21% nel 2012

Calano anche i prezzi, sia per l'acquisto sia per l'affitto. E in Lombardia non si fanno più mutui: meno 48% dal 2011. Tengono solo i prezzi del nuovo

Il 2012 è stato un anno nerissimo nel settore immobiliare. Le compravendite hanno segnato un calo del 21,7% in città rispetto al 2011, e del 21% in provincia. Una battuta d'arresto dopo alcuni anni di crescita. Lo comunica la camera di commercio nella sua consueta rilevazione dei prezzi degli immobili. Secondo gli esperti, due sono le concause: l'incertezza verso la situazione economica generale e la difficoltà ad accedere ai mutui.

E i mutui sembrano essere particolarmente in discesa, anzi in caduta libera. Un calo medio in Italia del 47,9%, tra il primo semestre 2011 e il primo del 2012, che in Lombardia sale fino al -48,4%. Una crisi nera, quindi. Che si riflette anche sui prezzi degli immobili: non tanto quelli nuovi (-1,2% a Milano, -1,4% in provincia), quanto gli altri: addirittura -8,6% nella periferia del capoluogo se si tratta di appartamenti in buono stato, fino a un -10% se l'appartamento è da ristrutturare o comunque non in ottime condizioni. Il calo dei prezzi si fa comunque sentire anche in centro. Si parla ad esempio di un -5,3% a Porta Nuova.

Calano anche i canoni delle locazioni. Sono soprattutto i bilocali (tipologia molto diffusa a Milano) a risentirne: -7,6% nel secondo semestre 2012 in centro, ma -12% in periferia. Anche gli appartamenti più grandi segnano comunque un calo piuttosto vistoso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casa, compravendite in caduta libera: a Milano -21% nel 2012

MilanoToday è in caricamento