Economia

Brand Milano, basta cappellini e magliette: resterà il panettone

Il Comune punterà soprattutto ai prodotti più simbolici per la brandizzazione ufficiale

Lo store ufficiale di San Babila (Foto Scuratti)

A Palazzo Marino la definiscono "razionalizzazione del merchandising", ma si tratta di un serio ridimensionamento. Il Comune di Milano non venderà più una miriade di prodotti con il brand della città, ma si limiterà a quelli più rappresentativi e contemporaneamente più richiesti, in primo luogo il panettone. E probabilmente cancellerà i due punti vendita di San Babila e Cordusio.

Brand Milano: Fiorucci disegna una maglietta

Lo ha fatto sapere Roberta Guaineri, assessore al turismo, durante una seduta della commissione consiliare a Palazzo Marino. Motivo, alcuni prodotti non si vendono facilmente. Sotto accusa per esempio i cappellini e le magliette. Per il momento è comunque ancora possibile acquistarli, perché la concessione per la vendita è scaduta il 31 dicembre ma è stata rinnovata fino a giugno. Improbabile che si decida lo "stop" prima del tempo.

Per il futuro, invece, potrebbe cambiare tutto. Il brand Milano potrebbe restare solo su alcuni prodotti specifici, tra cui sicuramente i panettoni. E i due punti vendita di piazza Cordusio e piazza San Babila potrebbero essere chiusi in favore dell'Urban Center in Galleria. Razionalizzazione, appunto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brand Milano, basta cappellini e magliette: resterà il panettone

MilanoToday è in caricamento