menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Milano, città di pensionati, impiegati e 30mila creativi

I dati delle carte d'identità dei milanesi

Trentamila milanesi sono creativi di professione, stando almeno alla dichiarazione all'ufficio anagrafe per la carta d'identità. Ecco 2.498 designer, 2.276 musicisti, 2.010 fotografi e 1.925 pubblicitari, ma anche attori (975), disegnatori (774) e registi (498). E l'etichetta più generica, quella di artista, scelta da 1.649 persone.

Sono alcuni dei numeri forniti dal comune sulle auto-dichiarazioni dei cittadini e delle cittadine di Milano. In vetta alla classifica i pensionati (217.112), poi gli impiegati (197.932), gli studenti (169.703) e gli infanti (120.474). Seguono le casalinghe (119.574) e gli operai (85.682).

Alcune professioni sono state indicate unicamente da donne: baby sitter (3.104), estetiste (1.575) ma anche contabili (546), ausiliarie (513) e veterinari (427).

Scorrendo la classifica, dopo gli operai ci sono i domestici (più di 29mila), gli insegnanti (più di 26mila), i dirigenti o manager (21.590) e i commercianti (più di 21mila). Quasi lo stesso numero per ingegneri, avvocati e medici (poco più di 13mila), mentre sono 8.173 quelli che dichiarano di essere disoccupati. La classifica delle prime cento posizioni è chiusa dalle restauratrici, 269 a Milano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Coronavirus

    Il primo centro vaccinale dedicato interamente ai lavoratori

  • Coronavirus

    Volo dall'India, cinque positivi alla variante indiana di covid su sei

  • Coronavirus

    E' ufficiale: la Lombardia resta in zona gialla

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento