rotate-mobile
Economia Duomo / Piazza del Duomo

Pre-saldi, la Rinascente nella bufera

"Colpevole" di avere comunicato via sms ai possessori della card una vendita promozionale il 26 dicembre

Rinascente nella bufera per i cosiddetti "pre-saldi". Colpa di un sms ai clienti possessori della card, con cui si comunicava che, il 26 dicembre, dalle 11 alle 20 ci sarebbero stati sconti del 50% sulla collezione autunno-inverno nel grande magazzino di piazza del Duomo.

La Confcommercio ha deciso di denunciare la Rinascente all'Annonaria. Come si sa, le vendite promozionali fatte nei trenta giorni precedenti l'inizio dei saldi (3 gennaio 2015) sono vietate. Ma qual è il confine preciso? Secondo Confcommercio, riservare sconti alla cassa a possessori di una card non è, di per sé, illecito. Illecita è la pubblicità.

E quella via sms ai clienti affezionati viene considerata, almeno da Confcommercio, pubblicità illecita. Come a dire: se voglio farti uno sconto, non posso fartelo sapere. E - poiché la legge deve essere uguale per tutti - questo vale per la Rinascente con le sue migliaia di possessori di card, così come per il negozio di periferia con i vicini di casa (o i parenti!) del proprietario.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pre-saldi, la Rinascente nella bufera

MilanoToday è in caricamento