menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pasticcio zona rossa, i commercianti di Milano: "Chi ha sbagliato deve risarcire"

I negozianti, attraverso un comunicato di fuoco, chiedono risarcimenti

“Chi ha sbagliato risarcisca le imprese”. È una dichiarazione lapidaria quella di Confcommercio dopo che è emerso che Milano e la Lombardia sono state una settimana in zona rossa per un errore di calcolo.

Dati dati sbagliati alla rettifica (per Iss): cronistoria del disastro

"Non ci interessano le polemiche politiche — ha chiosato l’associazione in un comunicato —. Noi evidenziamo la realtà dei fatti: decine di migliaia di imprese hanno subito un ulteriore stop che, per quanto riguarda l'abbigliamento, è bene ricordarlo, è arrivato nel pieno della stagione dei saldi. Ma non c'è solo la moda, parliamo di un blocco forzato per tanti comparti, dai negozi di arredamento ai mercati non alimentari, agli estetisti, solo per citarne alcuni".

I commercianti chiedono che chi ha sbagliato si faccia avanti e chieda scusa: “Non si scherza sulla pelle delle imprese. Non è possibile sbagliare in modo così grave su numeri che incidono su un sistema economico già colpito da tre lockdown — conclude Confcommercio —. È inaccettabile un danno aggiuntivo che colpisce un mondo imprenditoriale già allo stremo”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento