Venerdì, 24 Settembre 2021
Economia Porta Venezia / Corso Buenos Aires

Saldi estivi, +35% rispetto al 2020 a Milano. Scontrino medio da 100 euro

Netto rialzo del commercio rispetto al primo anno della pandemia. Più fiducia dei consumatori secondo Confcommercio

Corso Buenos Aires, corso Vittorio Emanuele II, via Torino, corso Vercelli, via Belfiore, corso di Porta Romana: gli esercizi di questi assi commerciali sono fra quelli che più hanno beneficiato dei saldi estivi. Dopo oltre un mese dal loro inizio traccia un bilancio Gabriel Meghnagi, presidente della rete associativa vie di Confcommercio Milano: “L’andamento di questi saldi estivi è stato finora certamente positivo, superiore alle nostre aspettative - afferma -. Non abbiamo recuperato i livelli del 2019 - siamo ancora sotto del 15% - ma vi è stato un significativo incremento, +35%, rispetto allo scorso anno, quando i saldi estivi erano partiti decisamente troppo tardi”.

Lo scontrino medio di acquisto si è attestato sui 100-105 euro e la spesa complessiva media per famiglia sui 350-360 euro: “L’efficacia dei saldi si è riconfermata come spinta per la vendita - rileva Meghnagi - assieme a un clima di maggiore fiducia, non paragonabile, certo, a quello del 2020 con il faticoso riavvio post-lockdown delle attività e il disorientamento dei consumatori”.

I prodotti più venduti in questi saldi estivi milanesi: abbigliamento (abiti, pantaloni, maglieria) e calzature per la donna; articoli per bambini; camicie, pantaloni, polo e giacche per l’uomo. “In questi saldi estivi, nell’ultima decade di luglio - aggiunge Meghnagi - si è anche visto un parziale ritorno di stranieri: dai Paesi europei e dal Medio Oriente. Mancano ancora i turisti dell’estremo Oriente e dell’Est, molto importanti per gli acquisti nei negozi moda”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Saldi estivi, +35% rispetto al 2020 a Milano. Scontrino medio da 100 euro

MilanoToday è in caricamento