rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Economia

San Raffaele, insediato nuovo Cda: finisce era "don Verzè"

E' il Vaticano, con l'immissione di importanti risorse finanziarie, ad avere i poteri nel nuovo Cda dell'ospedale milanese. Tutti i poteri in mano al presidente del Bambin Gesù Giuseppe Profiti

Per il San Raffaele inizia una nuova era targata "Vaticano". Si sono insediati nel Cda il presidente dell'ospedale Bambin Gesù, Giuseppe Profiti, il presidente dello Ior, Ettore Gotti Tedeschi, l'imprenditore Vittorio Malacalza e Il giurista Giovanni Maria Flick. Oltre a loro i due esponenti dell'ente non profit internazionale, Massimo Clementi (preside dell'ateneo Vita Salute) e Maurizio Pini (docente della Bocconi). Enrico Bondi sarà il nuovo amministratore delegato.

La Santa Sede, infatti, aveva annunciato nei giorni scorsi un grosso finanziamento per "curare" la situazione economica dell'ospedale milanese non idilliaca di circa - nel complesso - 200 milioni di euro. Il nuovo Consiglio di amministrazione della Fondazione Centro San Raffaele del Monte Tabor si è insediato "con l'espressa volontà del presidente Luigi Maria Verzé, che ha deliberato il conferimento al Consiglio stesso di tutti i poteri di ordinaria e straordinaria amministrazione".

Il Consiglio "é fiducioso - conclude la nota - di avere il tempo e di essere in grado di portare avanti con serenità l'attività di risanamento al fine di salvaguardare le risorse umane impegnate nell'Opera e gli interessi di tutti gli interlocutori coinvolti nell'attuale crisi ed è altresì convinto che il San Raffaele continuerà ad esercitare il ruolo internazionalmente riconosciutogli nelle attività di clinica e di ricerca".

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Raffaele, insediato nuovo Cda: finisce era "don Verzè"

MilanoToday è in caricamento