Economia

Multe e tasse locali, scatta la sanatoria con Equitalia

Entro il 28 febbraio si può saldare senza interessi di mora. Tutte le informazioni e i dettagli. Per Palazzo Marino si possono recuperare al massimo 10 milioni

Una sede di Equitalia a Milano

Scatta la sanatoria per chi ha cartelle da pagare con Equitalia, come prevede la legge di stabilità del 2014. Multe, bolli dell'auto, Irpef, Iva: si può pagare entro il 28 febbraio senza interessi (né di mora né di ritardata iscrizione a ruolo) tutto ciò che era dovuto entro il 31 ottobre 2013.

Il comune di Milano ha stimato di poter recuperare tra i 5 e i 10 milioni di euro. Secondo i dati diffusi da Palazzo Marino, tra il 2000 e il 2011 ci sono oltre un milione e 600 mila cartelle non pagate, a cui aggiungere quelle (non stimate) del 2012 e del 2013. Coinvolto quasi mezzo milione di milanesi.

In cifre si tratta di 816 milioni non pagati sempre tra il 2000 e il 2011. Più della metà corrisponde a multe (472 milioni), mentre ammonta a 203 milioni l'evasione della Tarsu, la tassa sui rifiuti. Seguono i canoni di locazione (43 milioni), le infrazioni a ordinanze e regolamenti (35 milioni), le occupazioni di suolo pubblico (12 milioni).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Multe e tasse locali, scatta la sanatoria con Equitalia

MilanoToday è in caricamento