Sciopero dei rider a Milano, consegne a domicilio a rischio per venerdì 30 ottobre: i motivi

La mobilitazione è stata indetta in diverse città d'Italia. I rider chiedono più diritti

Immagine repertorio

Sciopero dei rider a Milano nella giornata di venerdì 30 ottobre: i fattorini del food delivery solleveranno le biciclette al cielo, incroceranno le braccia e non effettueranno consegne a domicilio per tutta la giornata. Il fatto è stato reso noto da Deliverance Milano, collettivo che riunisce i lavoratori.

Sciopero e nessuna consegna ma anche un presidio: a partire dalle 16.30 i lavoratori si riuniranno in segno di protesta in Piazza 24 maggio a Milano (zona Darsena). Altre mobilitazioni sono state organizzate in diverse città d'Italia.

I motivi dello sciopero

"Come lavoratori — si legge in una nota — chiediamo l'applicazione del contratto collettivo nazionale dei trasporti e logistica o del commercio e l'introduzione di una paga oraria che fissi un minimo garantito contro il cottimo, come indicato dalla legge 128/2019 per noi rider, e tutte le tutele della subordinazione come già attestato dalla sentenza della Corte di Cassazione nel processo dei 5 licenziati di Torino".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • La Lombardia diventa zona arancione: adesso è ufficiale. Ecco da quando e cosa cambia

  • Vitamina D, che cosa mangiare per farne il pieno

  • Milano, festa al parchetto con gli amici: mix di alcol e droga, ragazzina 16enne in coma

  • Covid, Milano si sveglia in zona arancione: riaprono i negozi. Galli: "Scelta politica"

  • "Ve matamos a todos", poi calci e pugni: il folle assalto della 'gang', 5 poliziotti feriti in metro

Torna su
MilanoToday è in caricamento