menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Uno dei capannoni dell'azienda (foto dal sito di Bonetti)

Nei capannoni fa troppo caldo per lavorare, scioperano gli operai della Bonetti Acciai

Succede negli stabilimenti di Lainate e Cantalupo della Bonetti Acciai. Tutti i dettagli

Nel capannone fa troppo caldo e gli operai scioperano. Succede alla Bonetti Acciai, azienda dell'hinterland Nord-Ovest di Milano che produce lame per il settore delle cartiere. I lavoratori — come riportato in una nota diramata dalla Fiom Cgil — hanno deciso di incrociare le braccia per due ore a fine turno nelle giornate di giovedì e venerdì 26 luglio, tra le più roventi dell'estate (secondo i meteorologi).

Secondo i sindacati i lavoratori degli stabilimenti di Lainate e Cantalupo sarebbero stremati dal caldo: oltre alla temperatura esterna (bollente) si sommerebbe il calore prodotto dai macchinari utilizzati per la lavorazione del ferro. "Il termometro raggiunge gradazioni insostenibili tali da mettere a rischio la salute e la sicurezza dei lavoratori", chiosano in una nota le parti sociali.

Per combattere il caldo di questi giorni la società — che ha quattro sei sedi sparse tra Italia, America e Asia — ha distribuito bottigliette d'acqua ai dipendenti. Soluzione che non è stata ritenuta sufficiente dai lavoratori che "per convincere l'azienda a intervenire e ottenere condizioni di lavoro più dignitose" hanno deciso di organizzare l'agitazione sindacale. L'azienda, interpellata da MilanoToday, non ha voluto rilasciare nessuna dichiarazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento