rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Economia

La provincia vende il suo 14,5% di Sea al fondo F2i

Accettata l'offerta del fondo di Gamberale, che quindi sale al 44% di quote della società che gestisce gli scali aeroportuali milanesi. Leggero ribasso rispetto alla base d'asta

F2i ha acquistato il 14,56% di Sea dalla provincia di Milano. Il consiglio d'amministrazione di Asam ha infatti accettato l'offerta arrivata dal fondo di Gamberale.

Come previsto, quella di F2i è l'unica offerta pervenuta alla provincia di Milano (tecnicamente alla sua partecipata Asam) per acquisire il 14,56% delle quote di Sea, che la provincia intende dismettere. L'ente deve tra l'altro recuperare almeno 90 milioni di euro, al fine di evitare di sforare il patto di stabilità.

Il fondo F2i ha offerto 4,039 euro per azione contro i 4,40 chiesti da Asam. In totale fanno 147 milioni offerti contro 160 richiesti. Era comunque prevista una aggiudicazione al ribasso e Asam si era riservata di decidere se dare il via libera all'offerta del fondo di Gamberale, che già detiene il 29,75% della società dopo averlo acquistato dal comune di Milano.

CAMBIARE EVITEREBBE CON EVITA (SE OFFERTA ACCETTATA), OPPURE TOGLIERE PARAGRAFO SE OFFERTA RIFIUTATA:

Con il 44,3% di Sea, F2i eviterebbe l'obbligo di offerta pubblica d'acquisto se volesse ulteriormente "salire" nel controllo della società, una volta che questa sarà stata quotata in Borsa. Il comune di Milano resta socio di maggioranza col 54,81%.

A fine novembre la quotazione in Borsa lanciata dal comune (con forchetta tra 3,2 e 4,3 euro per azione) era sfumata per mancanza di adesioni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La provincia vende il suo 14,5% di Sea al fondo F2i

MilanoToday è in caricamento