Economia

T-Red truccati, il Codacons annuncia battaglia

Si costituirà parte civile nel processo penale sulle truffe da T-Red e invita gli automobilisti multati ad aderire all'azione. Lo ha deciso il Codacons di Milano. Ecco i dettagli

Semafori T-Red, truffe e consumatori. Dopo l'annuncio sulla chiusura dell'inchiesta sui semafori intelligenti, è arrivata la risposta del Codacons. Il coordinamento delle associazioni per la difesa dei consumatori ha deciso di costituirsi parte civile nel procedimento penale sulle truffe da T-Red e invita tutti gli automobilisti multati di aderire alla causa.

Per partecipare, è possibile contattare la sede del Codacons di Milano (codacons.milano@libero.it, tel. 02/29419096). "Nel provvedimento - si legge in una nota del Codacons - il pm Robledo ha messo in luce come sia stato fissato dolosamente in 4 secondi il tempo di durata del giallo, tempo da lui definito 'impossibile da rispettare per uscire da un incrocio senza passare col rosso".


E lo stesso Codacons mette in guardia gli automobilisti da nuove possibili multe: secondo l'associazione sarebbero ancora molti i semafori truccati sulle strade italiane. Semafori impossibili da rispettare, perchè il giallo dura troppo poco. E invita anche Governo e Parlamento a modificare l'art. 41 del Codice della Strada ed il suo regolamento attuativo. Fin'ora, infatti, nulla si dice "sulla durata minima del giallo"; meglio stabilire "che il giallo duri un minimo 4 secondi, 5 secondi nel caso sia presente il semavelox"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

T-Red truccati, il Codacons annuncia battaglia

MilanoToday è in caricamento