Martedì, 15 Giugno 2021
Economia

Settimo Milanese, operai Italtel presidiano contro i licenziamenti

Sono quattrocento gli esuberi annunciati dalla Italtel, 170 dei quali dovranno essere licenziati allo stabilimento di Milano. Così questa mattina circa 150 lavoratori hanno fatto quadrato davanti ai cancelli per protestare contro i tagli al personale. Possibile anche l’organizzazione di un corteo a Settimo

Hanno presidiato i cancelli della Italtel a Settimo Milanese, questa mattina, oltre 150 lavoratori. Protestano contro i tagli annunciati dall’azienda che prevede 400 esuberi, 170 dei quali nella sede lombarda. Secondo i sindacati finora è totale l'adesione allo sciopero indetto dalle 7 alle 11.45 per i circa 1.200 dipendenti nel Milanese dell'azienda specializzata nella produzione di sistemi per le telecomunicazioni. "Abbiamo intenzione, se ci sarà maggiore affluenza al presidio, di organizzare più tardi un corteo a Settimo Milanese", ha detto Roberto Dameno, delegato della Fiom-Cgil. Le trattative fra azienda e sindacato non sembrano ancora trovare un accordo e la Cgil ha annunciato “attività più eclatanti” in caso di cassa integrazione effettiva.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Settimo Milanese, operai Italtel presidiano contro i licenziamenti

MilanoToday è in caricamento