Economia

Consumi in Lombardia: le famiglie milanesi le più "sprecone"

I risultati di un sondaggio effettuato dalla camera di commercio di Milano

I consumi di milanesi e lombardi nel 2016

I lombardi tendono a spendere meno e comprare meno, ma non a Milano. E' il risultato di una indagine della camera di commercio di Monza sulle abitudini e i consumi delle famiglie in tutta la regione, in prospettiva per il 2016. Quasi una famiglia su due (il 46%) ha dichiarato che presterà attenzione al supermercato per ridurre o evitare gli sprechi, ma "solo" una famiglia su quattro (circa il 25%) spenderà effettivamente di meno cambiando i prodotti acquistati. Il 60% diversificherà invece i punti vendita per risparmiare di più.

Aumenta chi rinuncerà a cene al ristorante o aperitivi fuori casa (il 39% nel 2016 contro il 33% del 2015), ma diminuisce chi limiterà l'uso di elettrodomestici e riscaldamento (33% contro 50%), così come chi rinuncerà all'uso dell'automobile (6% contro 10%).

I milanesi sono tra coloro che risparmieranno di meno. Per esempio, "solo" il 49% di loro (contro, come abbiamo visto, il 60% regionale) diversificherà i punti vendita per la spesa. E il 39% (contro il 23% regionale) dichiara di non avere modificato le proprie abitudini, come la riduzione di sprechi alimentari, un maggior controllo delle bollette, più tempo libero in casa anziché fuori casa e così via.

Appena il 3% dei milanesi, infine, dichiara che nel 2016 acquisterà solo (o quasi solo) prodotti in promozione, contro una media regionale del 13%.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consumi in Lombardia: le famiglie milanesi le più "sprecone"

MilanoToday è in caricamento