Dopo Domino's Pizza, Starbucks a Milano: è davvero la volta buona?

Potrebbe essere davvero la volta buona. Entro un anno o poco più il Frappuccino potrebbe sbarcare a Milano

Frappuccino di Starbucks, uno dei prodotti più noti

Potrebbe essere davvero la volta buona. Entro un anno o poco più il Frappuccino potrebbe sbarcare a Milano (e conseguentemente in Italia). 

Se il colosso Usa del pollo fritto Kfc latita, quello del caffè americano è invece sempre più intenzionato a sbarcare in Italia. Secondo quanto riporta via Solferino, ci sarebbero intensissimi incontri, in queste settimane, tra i vertici della società Usa e il gruppo Percassi, lo stesso che ha pilotato nel Belpaese Victoria's Secret.

I motivi sono presto detti: cercare una formula "italiana" alla catena di caffetterie. Perchè se la gente non rinuncia al suo espresso di qualità, ormai non può nemmeno rinunciare a sorseggiarlo in un ambiente "smart", con poltrone comode, connessione a internet iperveloce, dove discutere (perchè no) di affari e rilassarsi. Ovvero, l'anima di Starbucks. E proprio su questo punto Starbucks vorrebbe battere cassa. 

Del resto, basta andare a Londra o negli Stati Uniti per vedere come la caffetteria yankee sia presa d'assalto dai turisti, anche e soprattutto italiani. Che spendono volentieri dollari sonanti per i beveroni di latte, caffè e crema. Se si riuscisse a coniugare questo con la proverbiale qualità italiana, perchè non dovrebbe avere successo? E il centro di Milano, secondo le intenzioni, potrebbe essere il teatro di questo test. 

Poco tempo fa è sbarcato in periferia Domino's Pizza. I risultati sembrano incoraggianti. Lunghe code nel week-end. Entro Natale Percassi potrebbe firmare con Starbucks. E l'anno dopo sarà quello buono per vedere a Milano la catena resa famosa negli anni Ottanta da Howard Schultz?

E' questa una piccola svolta epocale, visto che l'Italia era sempre stata fuori dal percorso della multinazionale proprio perchè, si pensava, nessuno avrebbe mai avuto il coraggio di rinunciare a espresso e brioche per muffin e un bicchiere di plastica. Ma i tempi sono cambiati. O no?

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Milano, spacca vetrata all'Esselunga e cerca di rubare i soldi dalle casse: preso

  • Incendio a Cologno, fiamme ed esplosioni nel condominio: casa distrutta, palazzo evacuato

  • Bresso (Milano), due agenti della polizia locale accoltellati: uno è grave

  • Coronavirus, dal 27 novembre la Lombardia vuole diventare zona arancione. Cosa cambia

  • Violenza sessuale a Milano, ragazza stuprata dal cugino del padre: "Se parli ti taglio la testa"

Torna su
MilanoToday è in caricamento