rotate-mobile
Domenica, 27 Novembre 2022
Economia Duomo / Piazza della Scala

Lo spazzacamino e la sacerdotessa: i mestieri più originali a Milano

Ecco le professioni che, nel 2014, sono state dichiarate soltanto una, due o tre volte sulle carte d'identità. E alcune curiosità

Sono 23 i mestieri dichiarati da un solo milanese sulla carta d'identità. Lo fa sapere l'anagrafe del comune di Milano sulle dichiarazioni del 2014. E ci sono anche lavori dichiarati soltanto due o tre volte, tra cui professioni antiche e con una storia anche cittadina.

Tra i mestieri dichiarati una sola volta, spicca l'arcivescovo (comprensibile lo dichiari un solo milanese). Ma c'è anche un consigliere di stato e un vice prefetto. E poi un paleontologo e una sacerdotessa.

Ecco l'elenco completo: accompagnatore di montagna, agente ippico, agente recupero crediti, arcivescovo, cambiavalute, chiromante, consigliere di stato, dottore in lingue, figurinista, filatelico, foniatra, infermiere pediatrico, insegnante di canto, metafisico, motorista d’aerei, paleontologo, pantografista, sacerdotessa, sinologa, tapparellista in legno, ufficiale forestale, vice prefetto, fotografa pubblicitaria.

Tra i mestieri dichiarati due volte, troviamo il prefetto ma anche il sottufficiale di marina e il colonnello dei carabinieri. Non manca la musica (Milano ha due soprani e due parolieri), ma nemmeno mestieri antichi come lo spazzacamino. E in due dichiarano di svolgere la professione di necroforo.

Sono invece tre i tenori, così come i critici musicali e i direttori di teatro. Tre anche i piloti d'imbarcazione e i capitani di marina.

Tra le curiosità, i mestieri per così dire "rubati" all'altro sesso. A Milano, 117 uomini dichiarano di essere casalinghi contro 114.702 casalinghe donne. Caso doppiamente particolare, visto che nel 2013 nessun uomo aveva dichiarato questa professione. Ma ci sono anche 24 estetisti uomini (contro 1.568 donne) e 29 baby sitter uomini (contro 2.960 donne). Di contro, troviamo una camionista (contro 66 uomini), una idraulica (contro 1.056 uomini), due meccaniche (contro 1.614 uomini), tre marinaie (contro 27 marinai).

Equamente divisi invece i 4 paracadutisti e i 6 fisici nucleari. E per finire, a Milano ci sono 12 guide polari ma soltanto 5 guide alpine, nonostante le Alpi siano ben più vicine del Polo Nord.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo spazzacamino e la sacerdotessa: i mestieri più originali a Milano

MilanoToday è in caricamento