Milano, arriva la "card" per i più poveri

Servirà a fare la spesa nei mercati comunali coperti

Un mercato comunale coperto di Milano

Una card per i più poveri, perché possano essere aiutati a fare la spesa nei mercati comunali. L'idea è della giunta di Milano, in particolare di Franco D'Alfonso (assessore al commercio) e Pierfrancesco Majorino (assessore alle politiche sociali). Una decisione che va di pari passo con quella di affidare la gestione dei mercati coperti a un unico soggetto, Sogemi.

Lo stanziamento previsto è di circa un milione di euro per il comune, a cui aggiungere 300 mila euro (in cibo) da parte dei commercianti. Con un piccolo "giallo", riferisce Repubblica: nel senso che mentre Majorino ribadiva che non è prevista alcuna riduzione dei sussidi già esistenti (cioè, queste card non vanno a sostituire erogazioni di denaro ai più poveri già effettuate da Palazzo Marino), D'Alfonso si lasciava scappare che è meglio una "card della spesa" piuttosto dei contanti, visto che "tra chi prende sussidi economici del comune ci sono tante persone che bruciano i soldi alle slot machines".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • La Lombardia diventa zona arancione: adesso è ufficiale. Ecco da quando e cosa cambia

  • Incendio a Cologno, fiamme ed esplosioni nel condominio: casa distrutta, palazzo evacuato

  • "Ve matamos a todos", poi calci e pugni: il folle assalto della 'gang', 5 poliziotti feriti in metro

  • Lombardia verso la zona arancione: ma non c'è nulla da esultare. I numeri

  • Fontana: "Milano rimane zona rossa. Governo vuole mantenerla fino al 3 dicembre"

Torna su
MilanoToday è in caricamento