rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Economia

I giovani avranno uno sconto sulla Tari a Milano

L'agevolazione (-25%) approvata dal consiglio comunale. E le due rate saranno più diradate nel tempo

Sconto sulla Tari (la tassa dei rifiuti urbani) per i giovani under 30 residenti o domiciliati in città. Annunciato qualche giorno fa dalla giunta, ora il provvedimento è stato approvato dal consiglio comunale all'interno della delibera sulle tariffe della Tari per il 2024. Nel dettaglio, per i giovani under 30 la parte variabile della tassa sui rifiuti è ridotta del 25%. Due le condizioni: l'alloggio non deve essere più grande di 100 metri quadrati e, se il contribuente vi abita con altre persone, anche i conviventi devono avere lo stesso requisito d'età. La riduzione sarà applicata direttamente dall'amministrazione, dunque non è necessario presentare una richiesta.

Confermate (e in vigore dal 2019) le altre agevolazioni sulla Tari: la riduzione del 25% per i nuclei familiari numerosi (quattro o più componenti), del 15% per gli over 75 e del 10% per le mamme e i papà single.

L'altra novità, anch'essa annunciata, è rappresentata dalla rateizzazione del tributo in due versamenti semestrali, su disposizione di Arera (l'Autorità di regolazione per energia reti e ambiente) per alleggerire i pagamenti di fine anno. Ai milanesi saranno inviati due bollettini: uno, tra fine maggio e inizio giugno, con la prima rata da versare entro il 10 luglio. L'altro, tra ottobre e novembre, con la seconda rata, da saldare a fine anno. Resta la possibilità di versare la tariffa in un’unica soluzione, scelta negli anni scorsi dall’80 per cento dei contribuenti milanesi. In questo caso è sufficiente ignorare il primo bollettino: il secondo conterrà l'intero importo.

La transizione digitale

Quasi 2 milanesi su 3, degli oltre 700mila contribuenti, riceveranno i bollettini in formato digitale. L'avviso via mail (sia in posta ordinaria sia via Pec), dall'esordio nel 2018, è passato da 70mila invii negli anni pre-Covid a 125mila nel 2022, fino a 200mila nel 2023, quando il Comune di Milano ha risparmiato altrettante buste e circa un milione di fogli di carta, oltre che circa 200mila euro di costi.

Nel 2024, l'amministrazione porterà dal 28% al 61% la quota di avvisi da inviare tramite mail: pertanto circa 442mila cittadini riceveranno l'invito a consultare il Fascicolo del Cittadino, da dove si potrà visualizzare il bollettino Tari e procedere al pagamento. Circa 280mila contribuenti senza recapito digitale continueranno a ricevere l'avviso in forma cartacea.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I giovani avranno uno sconto sulla Tari a Milano

MilanoToday è in caricamento