Martedì, 27 Luglio 2021
Economia

Rivoluzione Tari: si può pagare anche online, ma con le commissioni

Attenzione alle commissioni bancarie. Vale per chi deve pagare la seconda rata o per chi opta per la soluzione unica

La Tari si potrà pagare online nel 2017 (Repertorio)

La Tari (tassa sui rifiuti) si può pagare, a Milano, anche online, sul sito ufficiale del Comune. Una prima sperimentazione che fa presagire un futuro in cui tutti i tributi e altri servizi si potranno pagare online. A giugno 2017 sono stat inviati ai milanesi speciali avvisi diversi dai tradizionali bollettini Mav. Chi ha scelto di suddividere il pagamento in due rate ha dovuto pagare la prima con gli strumenti tradizionali.

Ora invece la seconda rata (o l'intero importo per chi ha deciso di non dilazionare) potrà essere pagata online, senza nemmeno registrarsi sul sito web ma accedendo al servizio di pagamento online e inserendo il codice Iuv, stampato sulla lettera recapita a giugno.

Il pagamento può essere effettuato con Paypal, carta di credito o bonifico bancario, ma attenzione alle commissioni: si va da zero (con bonifico) a 2,30 euro (con carta di credito non aderente al circuito PagoPa, quello unificato delle pubbliche amministrazioni italiane). Roberto Tasca, assessore al bilancio, giustifica il sorgere delle commissioni come un piccolo costo da sopportare per sostenere l'innovazione, con diversi vantaggi. Ad esempio capire subito chi ha pagato e chi no, velocizzando il lavoro di verifica, controllo e spedizione degli accertamenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rivoluzione Tari: si può pagare anche online, ma con le commissioni

MilanoToday è in caricamento