menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Documenti

Documenti

Caos Tasi, i Caf milanesi al collasso: "Prorogate al 16 luglio 2014"

"In questi giorni migliaia di cittadini stanno recando presso le nostre sedi, al fine di avere consulenze ed assistenza per il calcolo della nuova imposta Tasi - scrivono in un comunicato congiunto Cgil, Cisl e Uil di Milano -. Ma siamo oberati dalla campagna fiscale (modello 730/Unico)"

Non si placa il caos Tasi, Tassa sui servizi indivisibili.

"In questi giorni migliaia di cittadini stanno recando presso le nostre sedi, al fine di avere consulenze ed assistenza per il calcolo della nuova imposta Tasi - scrivono in un comunicato congiunto Cgil, Cisl e Uil di Milano -. Nostro malgrado non siamo in grado di fornire il servizio che ci viene richiesto in quanto i nostri collaboratori sono completamente assorbiti dalla campagna fiscale (modello 730/Unico)".

"Nonostante la competenza per la compilazione delle pratiche Tasi e Imu sia dei Comuni, i Caf (Centro assistenza fiscale, ndr) nel limite delle loro possibilità si dichiarano disponibili ad assistere i cittadini. Pertanto chiediamo formalmente alle Amministrazioni comunali di autorizzare il pagamento dell’acconto Tasi-Imu non più entro il 16 giugno, ma entro il 16 luglio, senza che questo comporti sanzioni a carico dei cittadini stessi. Risulta del tutto evidente che se non ci fossero queste condizioni, i Caf non potranno garantire alla stragrande maggioranza degli utenti un servizio adeguato", concludono i sindacati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Lombardia torna in zona arancione, la decisione

Coronavirus

Che fine farà lo smart working a Milano dopo la pandemia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cologno

    Le sette caprette salvate a Cologno (Milano)

  • Sport

    Il nuovo logo dell'Inter

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento