Lunedì, 25 Ottobre 2021
Economia

A Milano si ragiona sul numero di licenze dei taxi

Sala: "Stiamo lavorando su una riduzione del traffico privato e su un aumento del trasporto pubblico"

“Noi stiamo lavorando su una riduzione del traffico privato e su un aumento del trasporto pubblico, ma credo che anche il ruolo dei taxi vada approfondito”. Lo ha detto il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, durante un confronto con i rappresentanti di Acai, Cdo, Cna, Confesercenti e Unione artigiani.

“Tanti lamentano che è troppo caro, ma fanno bene i conti? Quanto costa avere una macchina? Prima della pandemia noi stavamo riflettendo su un aumento del numero dei taxi, poi i tassisti si sono trovati senza lavoro. Adesso stiamo cercando di rilanciare la città portando beneficio ai tassisti. Ora senza arrivare ai livelli di New York, ma un momento di riflessione credo che adesso vada fatto”, ha aggiunto Sala.

Sulla stessa tematica, Luca Bernardo, candidato sindaco di Milano del centrodestra ha detto di di credere che “di licenze ce ne siano a sufficienza. Sono uomini e donne che lavorano tutti i giorni, dobbiamo supportarli con incentivi, immagino per esempio un fondo per quando, mi auguro mai, fossero aggrediti”. 

Sala ha toccato il tema delle prossime elezioni, riferendosi al botta e risposta con il candidato sindaco del centrodestra, Luca Bernardo. “Io sono intervenuto in difesa del mio elettorato - ha detto - ma qui è un tema di garanzie e buon funzionamento del rapporto con gli elettori. Sono totalmente consapevole che il tessuto sociale di Milano è fatto da una parte significativa di elettorato conservatore di centrodestra che va rispettato e io rispetterò e che ha prodotto in passato sindaci importanti della storia di Milano. Io sto dicendo ai miei di essere gentili e di parlare alla gente fino all’ultimo secondo”.

“Nel finale del mio video ho detto ‘adesso basta devo continuare a lavorare’: cosa che sto facendo. Ho sentito la necessità di intervenire, essendo chiara a tutti che in questa campagna elettorale voglio evitare polemiche. Perché se se la prende con me va bene, ma con i miei elettori non va bene. Io non parlo neanche tanto dei miei elettori, dico a tutti ‘andate a votare’, chi vota per me, chi vota per chiunque altro perché questo è un diritto e riconosco, perché lo so e conosco questa città da tanti anni, che l’elettorato di centrodestra e conservatore milanese è un elettorato importante che merita di essere rappresentato” ha ribadito Sala.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Milano si ragiona sul numero di licenze dei taxi

MilanoToday è in caricamento