Economia Corvetto / Via Nervesa

I nuovi uffici milanesi di Scalapay, l'azienda che vale oltre un miliardo di euro

L'azienda è specializzata nel settore "buy now pay later", in sostanza permette acquistare e ricevere subito prodotti e pagarli in un secondo momento

Due piani per un totale di 1.500 metri quadrati. È il nuovo quartier generale di Scalapay, fintech milanese da oltre un miliardo di euro che permette di acquistare a rate (11,5 mln di fatturato nel 2022). I nuovi uffici dell’azienda specializzata nel buy now pay later (permette acquistare e ricevere subito prodotti e pagarli in un secondo momento, ndr) si trovano al civico 21 di via Nervesa a Milano, in zona Porta Romana.

Il progetto, realizzato Agilité, si sviluppa su due piani del palazzo: il primo piano presenta una superficie di 500 mq; il secondo si estende su 1000 mq. Al primo piano, l'area è stata organizzata per accogliere una zona di ricevimento, spazi comuni e un'area polifunzionale disponibile per tutti. Questo livello include un ingresso principale con reception, sale riunioni, un ampio open space con una cucina attrezzata adiacente e una zona break. Elemento distintivo è l'”arena", uno spazio modulabile ad anfiteatro realizzato su misura in legno, adatto a riunioni, eventi aziendali e alla socializzazione del personale. Il secondo piano, invece, è dedicato principalmente alle attività operative, con aree di lavoro open space che riflettono la disposizione del primo piano e sono affiancate da uffici sia aperti che chiusi. Specifici dipartimenti sono stati collocati in spazi più riservati per garantire la privacy dei lavoratori, mentre altre attività si distribuiscono in un vasto open space, evidenziando una concezione dello spazio di lavoro orientata alla flessibilità e alla collaborazione.

Gli uffici di Scalapay

Gli spazi sono stati realizzati riqualificando un vecchio spazio, “nella progettazione degli uffici di Scalapay sono stati realizzati significativi interventi negli impianti elettrici, meccanici e speciali - ha spiegato l’azienda che ha curato i lavori -. È stata posta particolare cura nel miglioramento degli spazi interni, al fine di assicurare il benessere dei lavoratori che li frequenteranno. Secondo i requisiti della certificazione Well, gli interni sono stati progettati per garantire il comfort delle persone: sono state dedicate ampie aree alla socializzazione e sono state effettuate scelte orientate verso materiali ecocompatibili, controllati e riciclabili”.

Inoltre, gli arredi imbottiti, come le sedute, sono stati scelti con omologazione 1IM per la classe di reazione al fuoco. Per quanto riguarda il comfort acustico interno è stata posta particolare attenzione alle sale riunioni, al fine di ottenere un riverbero di qualità e una chiara trasmissione e ricezione della voce. Per favorire l’insonorizzazione di alcuni degli ambienti più importanti, sono stati impiegati materiali che isolano una stanza dall’altra, come le pareti vetrate con vetro doppio 6+6.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I nuovi uffici milanesi di Scalapay, l'azienda che vale oltre un miliardo di euro
MilanoToday è in caricamento