Economia Montenapoleone / Via Bagutta

60 milioni per il garage di via Bagutta: diventerà polo del lusso

In zona strategica nel Quadrilatero: era abbandonato da 15 anni. Acquistato da un fondo inglese

Il garage durante il massimo splendore (foto Comune Milano)

Il garage di via Bagutta (zona centralissima), chiuso dal 2003, diventerà un polo del lusso. Almeno è questa l'intenzione del fondo britannico Hayrish che l'ha acquistato per 60 milioni di euro. 

Verranno realizzati, si dice, lavori di restauro per 30 milioni di euro. 

Cinquemila metri quadrati, 24,70 metri di altezza e nove piani, di cui uno interrato: l’immobile razionalista degli anni Trenta è passato di mano più volte. Quanto Vittori Sgarbi era assessore, si pensò a farlo diventare un grande museo d'arte contemporanea. Poi mille progetti, idee, sempre verso il lusso, data la posizione strategica. Fino alla svolta. Unico vincolo: la struttura storica esterna è 'protetta' dalla Sovrintendenza, si potrà lavorare solo all'interno. Scrive Elisabetta Andreis sul Corsera.

Prima autorimessa milanese multilivello, era il ricovero di auto vip più noto della città per chi faceva shopping tra il Quadrilatero e San Babila. Ora i piani superiori sono vuoti e sotto c’è un chiassoso temporary shop, per cui i residenti in passato hanno anche protestato. Ma la location ha sempre fatto gola alle grandi firme. Si era parlato di un interesse di Armani, di Ralph Lauren e dello sceicco del Kuwait Majed Al Sabah, fondatore di Villa moda, ai tempi in cui si ipotizzava il possibile sbarco in piazza San Babila della sede italiana di Harrods (i grandi magazzini londinesi che erano della famiglia Al Fayed e sono passati al Qatar holding, ndr). Una volta riqualificato ospiterà marchi di abbigliamento, uno showroom, un ristorante e forse anche una spa con terrazza e vista sui tetti di Milano. Si chiude forse, allora, una storia tormentata che durava da tempo. Tre anni dopo la chiusura del garage, nel 2006, l’edificio di Aedes fu rilevato da Zunino e dalla società Risanamento in un complesso scambio finanziario, per 89 milioni. Già allora il piano dichiarato era renderlo un mall con marchi internazionali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

60 milioni per il garage di via Bagutta: diventerà polo del lusso

MilanoToday è in caricamento