Per tutto luglio visite oculistiche gratuite ai bambini di Chernobyl

Grazie alla collaborazione con “Chernobyl 2000 Milano Onlus” bambini e ragazzi ucraini ospitati da famiglie milanesi hanno potuto effettuare controlli della vista gratuiti con i medici di Clinica Baviera Italia

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

Fedele alla sua filosofia di promozione della salute oculare e al suo impegno nel campo sociale, Clinica Baviera Italia, Istituto Oftalmico Europeo specializzato nella correzione dei difetti visivi, nel mese di luglio ha aperto le sue porte per visite oculistiche gratuite ai bambini e ragazzi ucraini, provenienti dalla zona di Chernobyl, ospitati da famiglie milanesi.

Grazie ad un accordo con l'associazione "Chernobyl 2000 Milano Onlus" che da anni si occupa dell'accoglienza di questi ragazzini che passano le vacanze estive in Italia, nel mese di luglio la sede milanese di Clinica Baviera Italia si è messa a disposizione per effettuare visite oculistiche complete ai giovani ospiti dell'associazione che hanno tra i 10 e i 17 anni d'età.

"Per noi è una grande opportunità - ha detto Federica Bezziccheri, responsabile di "Chernobyl 2000 Milano Onlus" - questi ragazzi vivono in istituto in Ucraina, sono sottoposti a visite oculistiche periodiche ma spesso non possono ricevere i trattamenti adeguati per risolvere i loro problemi di vista".

"Per Clinica Baviera Italia - ha affermato la dottoressa Barbara Prandi, medico chirurgo di Clinica Baviera - questa è una grande occasione per sottolineare l'importanza della prevenzione e dell'aiuto che occorre fornire a quei paesi dove l'accesso alle cure mediche può essere più difficile".

Il Gruppo Baviera è presente in Europa con 70 cliniche oculistiche ed opera già a livello internazionale nel campo sociale: ogni anno, d'estate, i medici oculisti mettono a disposizione il loro lavoro per visitare bambini provenienti da Ucraina, Bielorussia, regioni Sahariane e di altre zone dove l'accesso alle cure mediche o al semplice acquisto di occhiali è difficoltoso.

A quest'ultimo proposito, grazie ad un accordo con "Ottica Messina" di Milano, ai giovani ospiti ucraini sono stati offerti occhiali graduati secondo le eventuali indicazioni dei medici di Clinica Baviera Italia.

Torna su
MilanoToday è in caricamento