17 comuni dell'hinterland insieme contro la violenza sulle donne

Al via la campagna "Mai più sola" promossa dal centro antiviolenza HARA, punto di riferimento per il territorio compreso tra Rho e Garbagnate

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

È un’immagine nell’immagine, che mostra una donna nell’atto inequivocabile di dire basta ma anche la forza di una comunità pronta a fare rete per sostenerla e aiutarla. Si tratta della nuova campagna di sensibilizzazione e informazione promossa dal Centro Antiviolenza HARA ricomincio da me, punto di riferimento per le donne vittime di maltrattamento nell’area territoriale Rhodense e Garbagnatese. L’iniziativa, lanciata simbolicamente l’8 marzo, nella Giornata Internazionale della Donna, nasce proprio con l’intento di coinvolgere e far sentire parte attiva nel contrasto alla violenza di genere tutta la cittadinanza dei 17 comuni coinvolti nella rete interistituzionale del Centro Antiviolenza HARA, che ha come capofila il Comune di Rho. Di qui la scelta di un messaggio chiaro Mai più sola. Fermiamo insieme la violenza contro le donne accompagnato da un profilo di donna composto, in trasparenza, da un fitto collage di tanti volti, uomini e donne. Una grafica evocativa, che simboleggia l’importanza di una forza realmente condivisa e partecipata per combattere il drammatico fenomeno della violenza di genere, vera e propria emergenza sociale che nell’ultimo anno ha visto compiere un femminicidio ogni tre giorni. A nome della rete, l’assessore ai Servizi Socio-assistenziali del Comune di Rho, Nicola Violante, riferisce: “Le donne vittime di violenza devono sapere che non sono sole e non saranno mai sole, come riprende il messaggio della stessa campagna di sensibilizzazione promossa in tutti i Comuni che fanno parte della rete di HARA. Sulla base della nostra esperienza maturata in questi anni si propongono nuove modalità per avvicinare le donne al nostro Centro Antiviolenza, che potrà aiutarle ad uscire dalla spirale della violenza e progettare una nuova vita. Un’altra novità significativa è costituita dagli incontri rivolti a tutti i cittadini per formarli sui servizi offerti da HARA e aiutare in modo concreto una donna vittima di violenza”. La campagna Mai più sola sarà promossa in tutti i Comuni che fanno parte della rete del Centro Antiviolenza HARA. Sono oltre 3.000, infatti, le locandine che verranno affisse nelle diverse città. A sancire il via dell’iniziativa anche la nascita della pagina web dedicata www.centroantiviolenzahara.it, online proprio dall’8 marzo. La campagna di sensibilizzazione e informazione proseguirà per tutto il 2021. Sono diverse, infatti, le azioni in programma. Nei prossimi mesi, ad esempio, anche grazie alla collaborazione con Federfarma e Confcommercio, il Centro Antiviolenza HARA distribuirà a tutti gli esercizi commerciali del territorio delle vetrofanie create ad hoc per diffondere il messaggio Mai più sola nei luoghi maggiormente frequentati. Verranno inoltre organizzati incontri gratuiti e aperti a tutti in modalità digitale, sui canali social dei diversi enti coinvolti. Lo scopo sarà informare e formare i cittadini rispetto ai servizi offerti dal Centro Antiviolenza HARA e ai passi da compiere per aiutare in modo concreto una donna vittima di violenza. Da settembre, poi, sono in programma alcune azioni di comunicazione non convenzionale che coinvolgeranno in modo insolito e diretto le comunità più giovani dei territori per dare visibilità al centro antiviolenza e promuovere i suoi servizi anche tra le nuove generazioni. Il Centro Antiviolenza HARA ha due sedi, a Rho e Bollate, ed è gestito da Fondazione Somaschi, onlus esperta nell’assistenza delle vittime di maltrattamento. Ogni giorno, grazie a un’équipe specializzata composta da operatrici, psicologhe e avvocatesse, garantisce diversi servizi a titolo completamente gratuito: ascolto e sostegno psicologico, consulenza e assistenza legale, orientamento e supporto nella ricerca di lavoro, accompagnamento all’autonomia abitativa. Nei casi più critici è prevista anche l’accoglienza nelle case rifugio. Solo nel 2020 il centro ha aiutato oltre 200 donne in difficoltà. INDIRIZZI, ORARI E CONTATTI – il Centro Antiviolenza HARA ha una sede a Bollate (in via Piave 20, presso POT - Presidio ospedaliero territoriale dell’ASST Rhodense), aperta lunedì dalle 14.00 alle 18.00; martedì dalle 17.00 alle 20.00; venerdì dalle 10.00 alle 13.00, e un’altra a Rho (in via Meda 20), aperta lunedì dalle 9.00 alle 13.00; martedì dalle 13.00 alle 17.00; mercoledì dalle 9.00 alle 13.00; giovedì dalle 15.00 alle 19.00; sabato dalle 14.30 alle 17.30. Il numero di telefono di riferimento è 3351820629, l’indirizzo email centroantiviolenza@fondazionesomaschi.it. Negli orari di chiusura è possibile fare riferimento al numero antiviolenza nazionale 1522. Per info www.centroantiviolenzahara.it

Torna su
MilanoToday è in caricamento