Accademia musicale stabat mater di rho - Didattica a distanza

IL VIRUS…NON FERMA LA MUSICA! Una COMPAGNIA CONDIVISA !
L’ Accademia Stabat Mater di Rho non lascia da soli i propri allievi.
“La cultura batte la paura!” Questo è lo slogan della scuola di musica rhodense in questo periodo.
Costretti dalle circostanze ad abbandonare temporaneamente la sede centrale di Rho, presso il Collegio dei
Padri Oblati e le due succursali di Sesto San Giovanni, maestri, famiglie e allievi hanno fortemente desiderato
continuare le lezioni di musica, per non rallentare la passione e non privarsi della Bellezza della Musica.
Il M° Donato Bruno, direttore dell’Accademia che è promotrice culturale del Teatro alla Scala di Milano e
convenzionata con il Conservatorio di Como, ha messo subito in atto la “Didattica a distanza”.
Insieme a tutti i docenti, che si sono lasciati coinvolgere con entusiasmo in un grande lavoro alternativo per
rendere le lezioni efficaci e sempre personalizzate per ogni singolo allievo, la scuola ha trovato diverse
applicazioni per le video lezioni (alcune hanno un’ottima qualità audio video ed evitano ritardi di segnale
permettendo anche di suonare contemporaneamente dalle due connessioni). Vengono utilizzati anche
programmi musicali per la scrittura delle partiture, per l’ascolto degli esercizi strumentali e vocali.
Questo metodo non è funzionale soltanto per le lezioni singole. Anche il Coro cittadino di voci bianche “A
scuola di in-canto”, le formazioni orchestrali e i Corsi in preparazione agli esami di Conservatorio, non
potendosi trovare insieme a provare, stanno studiando singolarmente, condividendo video, spartiti e
settimanalmente incontrano “virtualmente” i direttori per consigli e aggiornamenti.
Anche il servizio di Segreteria è attivo tutto il giorno con la modalità “home working”.
“Da una situazione di disagio stiamo cercando di creare una bella opportunità per studiare, suonare e cantare
con entusiasmo in questi giorni difficili; la musica così diventa protagonista di queste giornate!”… così
commentano i docenti a chi si chiede come mai non si sia semplicemente rimandato la programmazione di
lezioni e concerti.
La lezione settimanale è un “appuntamento” atteso da allievi e docenti! Dall’altra parte dello schermo facce
sorridenti e scherzose. Il senso di appartenenza, che è all’origine di un buon rapporto educativo, prima di
tutto.
Gli insegnanti per lavorare in coordinamento devono rivolgersi alla tecnologia, attraverso video conferenze
e materiale condiviso online.
Per non lasciare soli i propri studenti, inoltre, l’accademia ha potenziato la propria comunicazione sui social,
da Facebook a Instagram, consigliando video e curiosità del mondo della musica.
La Stabat Mater si sta preparando. Dopo la quarantena sono previste numerose iniziative e concerti e i frutti
saranno visibili, non soltanto virtuali!

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Estate Sforzesca 2020: oltre 80 appuntamenti all'aperto tra musica, danza e teatro

    • dal 21 June al 3 September 2020
    • Castello Sforzesco
  • L’arte di raccontare storie senza tempo, la mostra sui film Disney arriva al Mudec

    • dal 19 March al 13 September 2020
    • Mudec
  • 'Stanze piene di scarabei' e mummie: a Palazzo Reale arriva la mostra su Tutankhamon

    • dal 5 March al 30 August 2020
    • Palazzo Reale
  • Arena Milano Est: un'incredibile estate di spettacoli, come avere i biglietti scontati

    • dal 3 al 16 August 2020
    • Arena Milano Est
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    MilanoToday è in caricamento