Cesare Marinoni ricorda il 'mitico' fornaio milanese Ivan Zoppini, scomparso ieri

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

La Famiglia Marinoni, attraverso Cesare Marinoni, patron di 'Pane in Piazza Milano', comunica il suo profondo cordoglio per la scomparsa dello storico panettiere milanese e carissimo amico Ivan Zoppini, deceduto ieri a 81 anni. In pensione da tempo, Ivan Zoppini per decenni è stato un riferimento in città con il negozio di via Ruggero di Lauria angolo piazza Damiano Chiesa. Al suo banco incontravi Mike Bongiorno, Mina, Pippo Baudo ma c'era sempre una michetta per il povero. Parallelamente, Zoppini ha partecipato con passione e impegno alla vita associativa dei fornai portando avanti le battaglie panarie a fianco del grande Antonio Marinoni, che ricoprì tutte le maggiori cariche direttive dell'Associazione panificatori milanesi fino a diventare Presidente mondiale della categoria. "Ivan era il grillo parlante di papà - ricorda Cesare-. E in seguito io stesso gli chiedevo consiglio per tutto. Ci siamo sentiti fino a un mese fa quasi ogni giorno. Quando si svolgeva la grande manifestazione benefica 'Pane in piazza’ in piazza Duomo, lui era la guida di tutti gli artigiani venuti da ogni regione. Era l'autorità ma anche una delle persone più buone che ho conosciuto. Si deve anche a lui l'iniziativa dei laboratori dell'Opera San Francesco per i bambini al MUBA. I suoi figli hanno intrapreso altre strade, con Ivan finisce un'epoca, ma ci auguriamo che le nuove leve portino avanti il suo nobile esempio, testimonianza viva dell'arte di fare il pane quale simbolo di solidarietà e pace".

Torna su
MilanoToday è in caricamento