Sabato, 20 Luglio 2024
La tappa

50 giovani filmaker a Milano per raccontare le periferie

La rassegna Cinemadamare fa tappa a Milano per la quarta volta: per una settimana, 50 registi, attori e autori racconteranno Milano con i loro short film

Parte la tappa milanese della 22esima edizione di Cinemadamare, che per la quarta volta tocca il capoluogo lombardo, grazie al contributo di Fondazione Cariplo. Si tratta di un campus itinerante per la produzione e formazione per la cinematografia, che parte da Roma ogni estate e percorre, in 3 mesi, 10mila chilometri, fermandosi in diverse Regioni italiane con un'ultima tappa in Francia a settembre.

Vi partecipano più di 50 giovani cineasti (tra registi, attori e autori) da decine di Paesi. Per una settimana racconteranno Milano con short film partendo dal quartiere Gratosoglio, dove si troverà la base delle loro attività. L'iniziativa è stata presentata a Palazzo Reale con l'assessora alle politiche giovanili Martina Riva, il direttore di Cinemadamare Franco Rina, il vicedirettore Arte e Cultura di Fondazione Cariplo Andrea Rebaglio e Cristina Medina, docente della scuola di Cinema di Madrid.

"Ancora una volta Milano è felice di accogliere Cinemadamare e i suoi giovani filmmaker", ha detto l'assessora Martina Riva: "È un impegno che testimonia il nostro impegno per la crescita professionale e per la formazione. Quest’anno è stato scelto il quartiere Gratosoglio come punto di partenza per raccontare Milano e la sua storia che continua a tenere insieme tradizione e innovazione, vocazione internazionale e senso di comunità".

"Quando siamo a Milano, il nostro format può produrre tutti i suoi effetti più incisivi: far lavorare giovani filmmaker provenienti da tutto il mondo con i loro coetanei e colleghi, che vivono a Milano, e promuovere, attraverso i nostri filmati, il territorio su cui allestiamo i nostri set (in questa edizione: il quartiere Gratosoglio e dintorni). Grazie al sostegno di Fondazione Cariplo, e all'accoglienza del Comune di Milano, dunque, siamo a Milano, città dello studio e della formazione, per il quarto anno consecutivo", ha aggiunto il direttore di Cinemadamare Franco Rina.

"Fondazione Cariplo ha deciso di rinnovare il proprio sostegno a Cinemadamare perché si tratta di un’iniziativa molto originale, in grado di coniugare la promozione della creatività giovanile e la valorizzazione dei territori e delle comunità che ospitano le varie tappe del percorso", ha concluso Giovanni Azzone, presidente di Fondazione Cariplo.

I prodotti cinematografici e audiovisivi realizzati nel corso di questa settimana saranno proiettati la sera del 12 luglio all’evento conclusivo di Cinemadamare 2024 a Milano. Per l’occasione, nell’area dell’Oratorio Santa Maria Madre della Chiesa in via Saponaro 28, sarà allestita un’arena all’aperto e, al termine, saranno premiati i lavori più meritevoli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

50 giovani filmaker a Milano per raccontare le periferie
MilanoToday è in caricamento