Concerti

Eurovision 2022: Milano resta in corsa per ospitarlo

I requisiti sono molto stringenti e da 17 candidate sono "solo" 11 le città che hanno superato la prima selezione

Che per Milano potrebbe essere una buona opportunità lo si è capito già dall'indomani della vittoria dei Maneskin. Tra le città candidate a ospitare l'edizione italiana dell'Eurovision c'è stata una prima 'scrematura': si è passati da 17 a 11. Undici città in corsa per ospitare l’Eurovision Song Contest nel maggio 2022, e Milano è ancora lì.

Le 17 che si erano candidate erano: Bologna, Genova, Firenze, Milano, Roma, Torino, Trieste, Alessandria, Matera, Pesaro, Rimini, Viterbo, Acireale (Catania), Bertinoro di Romagna (Forlì - Cesena), Jesolo (Venezia), Palazzolo Acreide (Siracusa) Sanremo (Imperia).

 Di queste sei (Firenze, Trieste, Matera, Viterbo, Bertinoro di Romagna e Jesolo) non hanno passato il primo step.

Le 11 città in lizza per l’Eurovision Song Contest

I criteri per la scelta sono molto rigidi e tra questi compaiono requisiti turistici, capacità di accogliere visitatori (quindi capienza alberghiera), infrastrutture adeguate per i trasporti e ovviamente una o più strutture adeguate per ospitare l'evento. Le città che restano in corsa - Acireale, Alessandria, Bologna, Genova, Milano, Palazzolo Acreide, Pesaro, Rimini, Roma, Sanremo e Torino - si daranno ancora "battaglia".

In passato Napoli e Roma lo avevano già ospitato: la prima nel 1965, grazie alla vittoria di Gigliola Cinquetti nel '64, la seconda nel '91, dopo la vittoria di Toto Cutugno con "Insieme".

Oltre che per le città, c'è grande attesa anche su chi condurrà il contest europeo musicale vinto dalla band romana. A inizio luglio sono saltati fuori i nomi di Chiara Ferragni e Alessandro Cattelan, ma nulla di ufficiale è stato comunicato

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eurovision 2022: Milano resta in corsa per ospitarlo

MilanoToday è in caricamento