La voce a te dovuta: il convegno per l'infanzia promosso da "Federico nel cuore"

Federico Barakat è il bambino di 8 anni e mezzo che il 25 febbraio 2009 fu ucciso in ambito protetto dal padre. La madre ha fatto l'associazione ha presentato ricorso contro il governo

La locandina

Il caso Bibbiano con l'indagine “Angeli e Demoni” sul presunto traffico di minori in affido si è abbattuto come un uragano sull'infanzia, la cui voce è già troppo spesso inascoltata in casi di violenze familiari, e sulla credibilità degli operatori che lavorano con serietà nelle istituzioni e nelle associazioni che si occupano della tutela dei diritti dei bambini. Come se il ddl Pillon, che l'attuale ministra della Famiglia Elena Bosetti ha testualmente assicurato «resterà nel cassetto» e non avrà continuità parlamentare, trovasse comunque applicabilità in alcuni ambiti: la formazione delle professioni giuridiche, per esempio, o nei Tribunali dove capita, sempre meno raramente, che si insinui la teoria dell'alienazione parentale durante le udienze di separazione. 

«Quando si degrada il maltrattamento a situazione di conflittualità si compie il primo passo verso la conclusione che il rifiuto del padre sia un caso di alienazione. La bigenitorialità viene ricercata in maniera esasperata e ossessiva a tutti i costi anche sopra l'interesse del minore che invece deve essere ascoltato».  
(Valeria Valente, presidente della Commissione per il femminicidio del Senato) 

Il convegno promosso da "Federico nel cuore"

Al convegno, promosso dall'Associazione “Federico nel cuore” onlus e realizzato col patrocinio del Comune di Milano, interverranno la senatrice Valeria Valente, presidente della Commissione per il Femminicidio del Senato; la consigliera alle pari opportunità del Comune di Milano Diana De Marchi; il giudice e presidente di sezione del Tribunale di Milano Fabio Roia e Antonella Penati, presidente dell'Associazione “Federico nel cuore” onlus e madre di Federico Barakat, il bambino di 8 anni e mezzo che il 25 febbraio 2009 fu ucciso in ambito protetto dal padre e che ha presentato ricorso contro il governo italiano, secondo cui per la morte del figlio non ci sono responsabili, presso la Corte dei Diritti Umani di Strasburgo.

Durante l'iniziativa prenderanno la parola: Federico Sinicato, avvocato del foro di Milano e legale di Antonella Penati; Cristina Franceschini, avvocata del foro di Verona e presidente dell'Associazione Finalmente liberi; Maria Serenella Pignotti, pediatra e medico legale; Lella Palladino, sociologa e presidente D.I.R.E - Donne in rete contro la violenza e Silvia Terrana, vice commissaria della Polizia locale Milano - Nucleo Tutela Donne e Minori (NTDM).  A moderare ci sarà il giornalista Marco Gregoretti. 

“Io bambino ti racconto la mia storia”

La serata si chiuderà con la performance dell’attore Riccardo Diana “Io bambino ti racconto la mia storia”. Il ricavato della performance (sottoscrizione 12 euro) sarà devoluto a favore dell’associazione “Federico nel cuore”  onlus per iniziative a tutela dell’infanzia.  Agli avvocati che parteciperanno saranno riconosciuti 3 crediti formativi. 

Convegno la voce a te dovuta-2
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Clienti delusi dal villaggio di Natale di Milano, proteste sui social e richieste di rimborso

  • Incidente in viale Bezzi, schianto tra un filobus della 91 e un camion per la raccolta rifiuti

  • Shirley, la baby sitter morta nello schianto tra un pullman Atm e un camion Amsa a Milano

  • Villaggio di Natale di San Siro, l'organizzazione ai clienti delusi: 'Le criticità verranno risolte'

  • Milano, rapinato il ristoratore dei vip: "Pistola contro per rubarmi soldi contanti e orologio"

  • "Puoi spostarti?": ragazza prende a schiaffi un uomo sull'autobus Atm, ma lui è sordomuto

Torna su
MilanoToday è in caricamento