Modificati i criteri per l’attribuzione di assegni di studio

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

E' stata approvata nel consiglio comunale di martedì 15 ottobre, la modifica relativa ai criteri per l'attribuzione di assegni di studio a studenti sangiorgesi. Come ha spiegato in sede di presentazione del punto all'ordine del giorno, l'assessore alla Pubblica Istruzione Claudio Ruggeri, l'amministrazione ha ritenuto appropriato rivedere i vecchi criteri. Tra le modifiche più evidenti ci sono: nuove medie di profitto da conseguire durante l'anno, l'eliminazione del punto che non permetteva agli alunni ripetenti di accedere alla domanda di assegnazione, semplificazione della procedura di presentazione della domanda e della documentazione da allegare, e l' introduzione anche ad un riconoscimento del merito nella misura di n. 1 allievo per fascia di classe parallele, individuato dal collegio docenti della scuola di riferimento in base al profitto, all'attitudine a collaborare con i propri compagni aiutando anche quelli più in difficoltà.

Gli Assegni di Studio verranno attribuiti dalla Giunta Comunale fino alla concorrenza della somma stanziata a bilancio.

La richiesta di assegnazione, estesa a tutti coloro che presenteranno domanda, è subordinata a un profitto ottenuto nel corso dell'anno scolastico di riferimento non inferiore :

  • Per gli studenti della scuola primaria di 1^ grado ( elementare): ai 9,5/10
  • Per gli studenti della scuola secondaria di primo grado ( media): ai 9/10.
  • Per gli studenti della scuola secondaria di secondo grado (superiore):agli 8/10
  • Per i diplomati ( maturità cinque anni): ad un voto non inferiore agli 95/100 o equivalente.

Le domande dovranno essere redatte da un genitore, in carta libera secondo la modulistica predisposta dall'ufficio P.I e corredata da copia conforme della pagella e per i diplomati da copia conforme del certificato di diploma o attestazione equivalente.

Non saranno considerati i voti riportati in educazione fisica, e religione.

Il giudizio in condotta entra nel calcolo della media e pertanto è tradotto in voto come segue:

  • Ottimo = 10
  • Distinto = 9
  • Buono = 8

Le domande dovranno essere consegnate entro il 7 dicembre dell'anno successivo a quello di riferimento, presso l'ufficio Pubblica Istruzione Comunale.

Limitatamente alla suola primaria di primo grado "G.Rodari" e secondaria di primo grado "G. Ungaretti" a favore degli studenti che durante l'anno scolastico si sono distinti :

  • Per una significativa progressione nel profitto scolastico;
  • Per una particolare attitudine alla collaborazione e all'aiuto verso i propri compagni di classe;

È previsto un riconoscimento del merito nella misura di n. 1 allievo per fascia di classe parallele, individuato dal collegio docenti della scuola di riferimento.

Massimiliano Lini

Torna su
MilanoToday è in caricamento