Eventi

Crowdfunding civico. grazie al comune e ai milanesi 19 progetti diventano realtà utili per i quartieri  

In 6 mesi oltre 4mila donazioni hanno permesso di raccogliere 320mila euro per realizzare idee che migliorano i servizi, l'inclusione e la qualità della vita nelle periferie della città. Tajani:”Il 100% dei progetti promossi dalla rete e i 4mila cittadini che hanno aderito al progetto dimostrano come il crowdfunding civico sia un valido modello di partecipazione alla vita della città e delle periferie, da promuovere in Italia e in tutta Europa”  

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

Si chiude con un grande successo la seconda edizione del Crowdfunding Civico promossa dall’Assessorato alle Politiche del Lavoro, Attività produttive e Commercio del Comune di Milano, cofinanziata dall'Unione Europea nell'ambito del PON Metro 2014-2020 e realizzata in collaborazione con Produzioni dal Basso e Ginger Crowdfunding.   Sono infatti oltre 320mila euro i fondi raccolti grazie alle 4mila donazioni dei milanesi attraverso il web, risorse che diventeranno oltre 700mila grazie al contributo del Comune e che porteranno alla realizzazione di 19 nuovi progetti volti a migliorare il senso di comunità nei quartieri più esterni della città, ridisegnando spazi e servizi a disposizione degli abitanti. Diciannove realtà che spazieranno dalla parete per l'arrampicata nata a Greco al delivery solidale di Dergano alla scuola dove imparare a fare il pane sorta a Chiaravalle passando per l'orto urbano di Niguarda e il primo repair cafè alla Barona in cui ridare nuova vita agli oggetti quotidiani, sino al primo cinema all'aperto interamente dedicato ai bambini e alle famiglie che sorgerà al Giambellino.   “Gli ottimi risultati raggiunti, con il 100% di progetti proposti promossi dalla rete e oltre 320mila euro raccolti tra gli oltre 4000 milanesi che hanno aderito al progetto, dimostrano come oggi sia possibile, grazie al crowdfunding, ipotizzare scenari di finanziamento diversi dal contributo pubblico per supportare i progetti sociali e di sviluppo della città”. Così l’assessore alle Politiche per il lavoro, Attività produttive e Commercio, Cristina Tajani che prosegue: "Il crowdfunding civico si conferma uno strumento prezioso, non solo per la possibilità di raccogliere risorse aggiuntive, ma soprattutto per coinvolgere i cittadini nel ridisegnare con l'Amministrazione spazi e servizi affinché questi siano sempre più in sintonia con le esigenze degli abitanti di ogni singolo quartiere. Il Crowdfunding Civico - portato avanti dal Comune di Milano - può rappresentare un valido modello da seguire in Italia e in tutta Europa affinché i cittadini possano ritrovare il senso di comunità e di appartenenza attraverso idee e progetti condivisi dal basso, soprattutto dopo la difficile situazione vissuta durante questa emergenza Covid".  Nello specifico sono state 60 le candidature arrivate all'Amministrazione in risposta al bando Crowdfunding Civico lanciato a maggio 2020 e 19 i progetti selezionati per essere sottoposti al vaglio dei milanesi e iniziare la raccolta fondi. Tutti i progetti scelti e posti in piattaforma sono riusciti a centrare l’obiettivo, raccogliere almeno il 40% delle risorse necessarie per accedere poi al contributo a fondo perduto del Comune di Milano pari al restante 60%, fino a un massimo di 60mila euro per ogni singola proposta.   Le oltre 4000 donazioni dei milanesi sono frutto di oltre 156mila visite al sito. Visite che sono no avvenute il 70.8% da cellulare, 28% pc e solo 1,2% da tablet per donare il 38,4% ha scelto Paypal, 41.4% la carta di credito e solo 20,1/ tramite bonifico bancario. Il valore medio delle donazioni è stato di circa 75 Euro.  I progetti affrontano temi e necessità molto differenti tra loro: dall’ambiente all’inclusione sociale, dall'agricoltura alla rigenerazione urbana passando per la formazione e la solidarietà fino alla promozione della cultura del riciclo. Tutti, comunque, mostrano una caratteristica comune: la voglia di contribuire al miglioramento dei servizi e delle opportunità offerte dai singoli quartieri e sono volti a favorire una crescita inclusiva e solidale capace di promuovere il senso di appartenenza alla comunità partendo da idee e progettualità sempre condivise e nate dal basso.   Per maggiori informazioni sui progetti: https://www.produzionidalbasso.com/network/di/comune-di-milano#comunedimilano-initiative

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crowdfunding civico. grazie al comune e ai milanesi 19 progetti diventano realtà utili per i quartieri  

MilanoToday è in caricamento