menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ecco i tre polittici di Giotto che verranno esposti a Milano

La grande mostra in programma a Palazzo Reale da settembre 2015: riunione tecnica al ministero per tre grandi prestiti da Uffizi, Pinacoteca di Bologna e Musei Vaticani

Mentre è in forse (ma più no che sì) il trasferimento dei Bronzi di Riace a Milano per l'Expo, un altro trasferimento è già sicuro: la mostra "Giotto, l'Italia" in programma a Palazzo Reale dal 2 settembre 2015 al 10 gennaio 2016 necessita trasferimenti di opere d'arte definiti "eccezionali" da Filippo Del Corno, assessore alla cultura di Milano, presente il 3 settembre a una riunione romana insieme al sottosegretario ai beni culturali Ilaria Borletti Buitoni e rappresentanti di vari musei del Bel Paese.

Tre opere su tutte: il Polittico Stefaneschi, realizzato da Giotto per l'altare maggiore di San Pietro e ora esposto ai Musei Vaticani; il Polittico Bologna, conservato nella pinacoteca del capoluogo emiliano, che misura 340 centimetri di lunghezza per 191 di altezza; e il Polittico di Badia, conservato agli Uffizi e originariamente pensato per Santa Maria.

Nella città di Milano Giotto concluse la sua attività, proprio a Palazzo Reale, e il capoluogo lombardo ospita lavori giotteschi a San Gottardo in Corte, all'Abbazia di Chiaravalle ma anche a Viboldone e Lentate sul Seveso (oratorio di Santo Stefano).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento