Design e architettura Bookcrossing tematico alla piccola biblioteca Libera durante il Fuorisalone

Durante il Fuorisalone (17/22 aprile), sarà completamente dedicata al design e all’architettura. La classica formula: «porta un libro, prendi un libro»Editori, architetti, designer, aziende sono invitati a dare il lorocontributo per poter attrezzare La Piccola Biblioteca Libera con unquantitativo di libri e riviste che permetta l’inizio dell’attività dibookcrossing.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

Tra Isola e Porta Nuova, all’incrocio tra via Volturno e via Confalonieri, nell’area pedonale che costeggia il lato est della Casa della Memoria, accanto al Giardino De Castillia, ai piedi del Bosco Verticale, da ottobre 2017 a Milano è nata la Piccola Biblioteca Libera. Un luogo nuovo e pubblico, di sosta e di incontro, dedicato alla lettura e aperto a tutti. Alla PiBiLi si possono trovare libri e giornali ma anche uno spazio dove lavorare, studiare, mangiare e rilassarsi. Con il patrocinio del Municipio 9 di Milano e dell’Associazione Rete Distretto Isola, durante il Fuorisalone (17/22 aprile), in un’area fortemente simbolica per l’architettura, il design e l’urbanistica della città, riparata dal traffico automobilistico, nel cuore del flusso pedonale tra Gae Aulenti e Isola, la Piccola Biblioteca Libera sarà completamente dedicata al design e all’architettura, diventando la sede del primo bookcrossing tematico. Le librerie e gli scaffali saranno dedicati all’esposizione di libri e riviste di design che potranno essere consultati in loco oppure scambiati con altri libri che trattano sempre argomenti legati al design. La classica formula: «porta un libro, prendi un libro» Questa iniziativa di Temporary Library e BookCrossing oltre ad offrire al pubblico del Fuorisalone un luogo comodo e piacevole dove poter fare una sosta durante le visite ai vari distretti (Isola, Brera, Ventura Centrale) permette di contribuire alla formazione di una biblioteca, stimola la ricerca di qualche pubblicazione che si desidera da tempo e premia chi ha collaborato alla stesura di un’opera e vuole condividerla. Editori, architetti, designer, aziende sono invitati a dare il loro contributo per poter attrezzare La Piccola Biblioteca Libera con un quantitativo di libri e riviste che permetta l’inizio dell’attività di bookcrossing. E’ possibile contattare la Piccola Biblioteca Libera, per informazioni o per predisporre un ritiro al numero335 627 2360, sulla pagina Facebook https://www.facebook.com/pg/piccolabibliotecalibera o inviando una mail a piccolabibliotecalibera@gmail.com

Torna su
MilanoToday è in caricamento