rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Eventi Porta Volta / Piazza XXV Aprile

Apre Eataly, Farinetti: "Speriamo in un nuovo risorgimento italiano"

Posti di lavoro per oltre 150 persone. Un palco e uno spazio per eventi culturali e musica, in "onore" del vecchi teatro Smeraldo. Ecco il nuovo Eataly in piazza 25 Aprile

E' stato inaugurato la mattina di martedì 18 marzo 2014 il nuovo Eataly, negli spazi che prima ospitavano il teatro Smeraldo in piazza 25 Aprile. 

All'inaugurazione ha partecipato il patron dello store (dove si può trovare cibo di alta qualità) Oscar Farinetti con il sindaco Giuliano Pisapia. "Il 18 marzo di 166 anni fa - sottolinea Farinetti - a porta Garibaldi iniziarono le "Cinque giornate di Milano". E' un piccolo simbolo, con l'apertura di Eataly, per la speranza di un nuovo risorgimento italiano". Presenti anche gli assessori Lucia De Cesaris e Pierfrancesco Maran, poi Carlo Petrini (Slow Food) e il critico Vittorio Sgarbi, che lavorerà al padiglione di Eataly per Expo 2015. Si è visto anche Gianmarco Longoni, storico "patron" del Teatro Smeraldo.

"Diamo un posto di lavoro a 152 persone, persone giovani che possono imparare a fare i cuochi, i panettieri, salumai; senza dimenticare lo spazio per il libri e il palco", ha detto Farinetti.

"Con Eataly, Milano conferma una volta di più la forza di una città che non si arrende alla crisi, ma che rilancia dimostrandone la sua attrattività", ha affermato il sindaco di Milano Giuliano Pisapia: "Eataly Smeraldo è uno dei tanti tasselli di un mosaico con cui la nostra città, e con lei tutto il Paese, torna a valorizzare i propri punti di eccellenza: l'alimentazione, il made in Italy, lo stile italiano. Milano è, infatti, il luogo dove questo patrimonio di gusto e di stile trova gli strumenti per essere rilanciato nel mondo, con un sistema imprenditoriale connesso con le istituzioni e con la creatività della città".

Apre Eataly all'ex Smeraldo © Melley/MilanoToday

Un palco, al primo piano, che ricorda quello del teatro. E poi una libreria (gestita da Coop), quindii luoghi di ristorazione e ben cinque di produzione artigianale di cibo a vista (panetteria, piadineria, pasta fresca, pasticceria e panineria). E poi un laboratorio della mozzarella. Due i bar: un Lavazza al piano terra e un Vergnano al secondo piano.

Il mercato agricolo ospita 30 prodotti lombardi su 100. Prima però il reparto dei casalinghi, degli accessori e dei piccoli elettrodomestici.

Al secondo piano le aule didattiche per ospitare laboratori, incontri e corsi di educazione alimentare per tutti. Infine un centro congressi per eventi e incontri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Apre Eataly, Farinetti: "Speriamo in un nuovo risorgimento italiano"

MilanoToday è in caricamento