E Milano subisce la "pachidermica" invasione degli elefanti

Decine di elefanti sorvegliano Milano e le sue vie più glamour. Pezzi unici, di design che verranno battuti all'asta il 22 novembre prossimo. Il ricavato: tutto in beneficenza

Una delle opere esposte (foto Gemme)

Una mandria di elefanti, dopo aver invaso città come Londra e Copenhagen, ha invaso la capitale della moda italiana: Milano.

Se si passeggia per le strade del centro o tra le vie più glamour della città meneghina è impossibile non notare le decine di elefanti che sorvegliano - pazientemente - le strade della movida milanese. "Che belli, ma per cosa sono?" si chiedono i passanti. Semplice: è una iniziativa patrocinata dall'Assessorato alla cultura e dalla Camera nazionale della moda che ha lo scopo di raccogliere fondi per beneficenza.

Ogni elefante è unico nel suo genere, disegnato da artisti di fama mondiale che si sono prestati alla causa. Si va dall'elefante urbano (con disegnata la mappa di Milano) all'elefante con riferimenti cristiani come l'annunciazione - di Morgana Orsetta Ghini - in cui l'elefante è decorato con dei gigli, simbolo della purezza. Le statue, che controlleranno le vie di Milano fino al 22 novembre, saranno poi battute all'asta. I fondi così ricavati serviranno per la salvaguardia di un animale che rischia l'estinzione: l'elefante asiatico, centro della mostra.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • La Lombardia diventa zona arancione: adesso è ufficiale. Ecco da quando e cosa cambia

  • Vitamina D, che cosa mangiare per farne il pieno

  • Milano, festa al parchetto con gli amici: mix di alcol e droga, ragazzina 16enne in coma

  • Covid, Milano si sveglia in zona arancione: riaprono i negozi. Galli: "Scelta politica"

  • "Ve matamos a todos", poi calci e pugni: il folle assalto della 'gang', 5 poliziotti feriti in metro

Torna su
MilanoToday è in caricamento