Erik friedlander & Bonebridge

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

Domenica 26 gennaio 2014 - ore 11

Colto, sofisticato, intelligentissimo strumentista, Erik Friedlander è il violoncellista virtuoso e poetico che ha saputo, fra gli altri, arricchire innumerevoli progetti di John Zorn. Questo suo nuovo progetto, basato sulla collaborazione con artisti di assoluta rilevanza come il batterista Michael Sarin, il contrabbassista Trevor Dunn e, soprattutto, il ben noto chitarrista Doug Wamble, ci porta verso il Sud degli Stati Uniti e verso il blues elettrico, frequentato anche da musicisti ammirati da Friedlander nella sua giovinezza come Johnny Winter e gli Allman Brothers: il violoncello si piega a sonorità inusitate nel dialogare con la virtuosissima slide guitar di Wamble: un'entusiasmante rilettura della tradizione che attraversa l'intera cultura musicale americana, da New York al Tennessee e che oscilla fra la danza collettiva e l'esaltazione della musica puramente strumentale.

Torna su
MilanoToday è in caricamento