Estate Sforzesca, il programma dei concerti fino al 13 settembre

Gli ultimi appuntamenti della rassegna curata promossa dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Milano dal 7 all'11 settembre 2020 nel prestigioso Cortile delle Armi del Castello Sforzesco con Diodato il 7 e l'8 settembre, Calibro 35 il 9 settembre, Lucio Corsi il 10 settembre e uno speciale appuntamento di e per i lavoratori dello spettacolo, "Intermittenze" l'11 settembre.

Il palinsesto

Cuore del palinsesto di iniziative di ripresa degli appuntamenti di spettacolo e cultura in città "Aria di Cultura", Estate Sforzesca 2020 ha dato il via alla ripartenza dopo l'interruzione causata dal virus Covid-19, riconfermandosi come palco di riferimento di arte e cultura nel capoluogo milanese.

Un "palcoscenico per Milano" che offre spazio agli operatori milanesi del settore limitati dalle norme restrittive in luoghi chiusi, e restituisce la voce ad artisti e performer da tutta Italia con oltre 80 eventi, uno ogni sera, tre concerti, appuntamenti teatrali e spettacoli di danza nel rispetto delle misure previste dalla legge.

Milano si prepara alla conclusione della stagione estiva della musica dal vivo del cuore del centro città milanese con gli ultimi 5 appuntamenti d'eccezione dell'ottava edizione dell'Estate Sforzesca, la rassegna curata e promossa dall'Assessorato Cultura del Comune di Milano che dal 2013 ha porta tomusica, spettacolo e cultura nel cuore del centro cittadino, ogni sera dal 24 giugno fino all'11 settembre 2020 nel prestigioso Cortile delle Armi del Castello.

Il palco dello storico Cortile delle Armi è stato lo scenario di oltre 80 eventi totali, di cui un terzo a ingresso libero, che danno spazio a concerti, performance teatrali, spettacoli di danza, recital di poesia, concorsi musicali e molto altro.

Così come per artisti e studenti di scuole e accademie, la rassegna ha raccolto su un unico palco nel cuore di Milano anche ulteriori festival e rassegne. Tra cui l'appuntamento Slow Club Live dell'associazione Slow Music (giovedì 3 settembre), i concerti dell'Orchestra Verdi (domenica 30), gli appuntamenti della Milanesiana e una speciale settimana conclusiva con i concerti del vincitore del Festival di Sanremo 2020 Diodato (due appuntamenti il 7 e l'8), del supergruppo italiano Calibro 35 (mercoledì 9), del giovane cantautore Lucio Corsi (giovedì 10) e uno speciale appuntamento conclusivo a cura di Coordinamento Spettacolo Lombardia (venerdì 11) per la raccolta fondi a favore delle lavoratrici e dei lavoratori dello spettacolo.

Dopo la fase di lockdown dovuta alla pandemia del virus Covid-19, e alla conseguente interruzione di eventi e spettacoli a livello nazionale, Milano ha dato il via per la ripartenza in sicurezza degli eventi di musica live, danza, teatro e arti performative. Come per la stagione del 2019, l'Estate Sforzesca ha infatti rappresentato un importante fulcro del palinsesto di attività artistiche e culturali in città promossa dal Comune di Milano, che  quest'anno con "Aria di Cultura" ha visto la riapertura dei musei e delle mostre del Castello Sforzesco a partire da giovedì 25 giugno.

L'ottava edizione

L'ottava edizione della rassegna ha offerto uno spazio unico a molti protagonisti del panorama culturale e artistico nazionale. L'intenzione è  stata quella di ridar voce ad artisti, compagnie teatrali, band, ensemble, performer, orchestre, scuole di musica e ha restituito un palco ai cittadini, che fino all'11 settembre potranno ancora assistere a uno spettacolo live ogni sera. Non ultimi gli operatori milanesi del settore, oggi in difficoltà  a causa dalle norme restrittive per gli spettacoli in luoghi chiusi, necessarie seppur limitanti. Per questi motivi, l'Estate Sforzesca 2020 si conferma come palco di riferimento e di ripartenza per cultura, musica, teatro, danza e arti performative non solo per Milano, ma per tutta Italia.

L'Estate Sforzesca 2020 ha costituito dunque una vera e propria piattaforma di sperimentazione per i nuovi processi di produzione e le nuove forme di accesso all’aperto allo spettacolo dal vivo. Dalla misurazione della temperatura corporea alle porte del Castello (ingresso Torre del Filarete) al possesso obbligatorio della mascherina e alll'igienizzazione delle mani tramite appositi distributori in loco, fino all'assenza dei bagni pubblici in prossimità del palco, nel rispetto delle misure preventive in campo sanitario previste dalla legge. Non ultimo, il distanziamento previsto per le sedute della platea, un massimo di 1000 posti che saranno riempiti con distanza di due sedili l'uno dall'altro. Fatta eccezione per gli acquisti o prenotazioni effettuati da più persone congiunte, che potranno deserti senza alcun distanziamento. Il sistema di assegnazione posti è stato gestito dal partner tecnico Mailticket, che ha calcolato automaticamente tale distanziamento. Per questo motivo, seppur non obbligatoria.

Il programma dell’iniziativa ha voluto rappresentare un'offerta tanto varia quanto ricercata, coniugando originalità ad accessibilità con un quarto degli eventi a ingresso gratuito o con prezzi calmierati per il pubblico.

Presente anche da un focus particolare dedicato ai Talenti delle Donne, una selezione speciale di spettacoli di grande successo che raccontano storie di grandi personaggi femminili, con l'ultimo spettacolo del ciclo Dita di dama (domenica 6 settembre), che parla di un'amicizia negli anni ’70 di due donne Marianna e Francesca, nell’autunno del '69 tra scioperi, ribellioni e risate nella cornice storica delle lotte operaie. Il palco dell'Estate Sforzesca ha già ospitato quattro appuntamenti sul tema femminile: dalla Molly Bloom di Arianna Scommegna con la regia di Gabriele Vacis in La Molli. Divertimento alle spalle di Joyce, riadattando il monologo conclusivo dell'Ulisse di Joyce in una quotidianità milanese; alla Lucrezia e le altre. Dal mito alle origini della violenza di genere), che ripercorre l'eponimo fenomeno socio-culturale a partire dalle origini della nostra cultura occidentale nel mito classico, nei poemi omerici, nella letteratura greca e latina fino a Shakespeare e la contemporaneità; poi il Novecento a Sarajevo dell'autrice ed interprete del monologo teatrale Rosa Genoni figlie dell'epoca, donne di pace in tempo di guerra (Musicamorfosi e Babelia & C. - Progetti culturali) di Roberta Biagiarelli indagando sulle donne protagoniste del pacifismo nel XX secolo.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Manifestazioni, potrebbe interessarti

  • Ex Mercato Metropolitano: arriva un nuovo spazio con eventi e ristoranti. Ingresso gratis

    • Gratis
    • dal 15 luglio al 11 ottobre 2020
    • Ride Milano
  • Aperture 2020 - Centrale idroelettrica alessandro Taccani

    • Gratis
    • dal 8 marzo al 4 ottobre 2020
    • Centrale Enel Alessandro Taccani
  • Wired Next Fest 2020: quattro mesi di appuntamenti per un grande evento digitale

    • Gratis
    • dal 4 giugno al 11 ottobre 2020

I più visti

  • Milano, nell'ex area del Mercato Metropolitano arriva il Wunder Temporary Market

    • Gratis
    • dal 15 luglio al 17 ottobre 2020
    • Ex Scalo Porta Genova
  • 'Stanze piene di scarabei' e mummie: a Palazzo Reale arriva la mostra su Tutankhamon

    • dal 5 marzo al 18 ottobre 2020
    • Palazzo Reale
  • Chagall, Gauguin e Matisse: la nuova mostra al Museo Diocesano

    • dal 21 febbraio al 4 ottobre 2020
    • Museo Diocesano
  • Mare Culturale Urbano, il nuovo programma di eventi e concerti dopo il lockdown

    • Gratis
    • dal 15 giugno al 4 ottobre 2020
    • Mare Culturale Urbano
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    MilanoToday è in caricamento