Eventi

Fabrizio Frigo & The Freezers live il 14 marzo ad Abbiategrasso

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

Sabato 14 marzo 2015 - Ore 21.30

Sabato 14 Marzo continua, con una data al Caleido di Abbiategrasso (Milano), il tour di presentazione di "Donsusai" (Running Dog-Audioglobe), album d'esordio degli scatenati Fabrizio Frigo & The Freezers. La band fiorentina farà scatenare il pubblico con il loro martellante elettro pop, in quello che sarà un concerto durante il quale ballare e dimenarsi per esorcizzare gli spauracchi della vita quotidiana.

"Donsusai" è l'album d'esordio dei Fabrizio Frigo and the Freezers, in uscita a gennaio 2015 per La Noia/Audioglobe. Geneticamente fuori dagli schemi, i dieci brani propongono una miscela martellante di elettronica e pop, che non disdegna qualche incursione nel rock. Fin qui nulla di nuovo. Poi arrivano le parole, e ti accorgi che "Donsusai" è un disco allegrissimo, dall'istinto suicida. Non è un caso che il primo singolo e brano d'apertura Expò-Melò si apra con la dichiarazione di intenti: "mi godo tutto il giovedì, tanto sabato m'ammazzo" . L'essenza della band toscana è tutta qua: sudare, ballare ed urlare per esorcizzare, affrontando gli spauracchi della vita quotidiana e dandoli in pasto ad un mondo surrealista. Ecco allora che si susseguono lodi allo stress, tuffi nella noia e l'inno effimero di una generazione di fenomeni. Così, in questa originale chiave di lettura della vita quotidiana, chi ascolta si sentirà più leggero e nessuno si chiederà: ma che vuol dire Donsusai?

"Donsusai è un disco giallo. Allegrissimo. E che parla di morte - raccontano i Fabrizio Frigo and the Freezers -. E l'abito da morto è uno sgargiante pop elettronico con giusto un pizzico di rock. Donsusai è una parabola condominiale della vita quotidiana: il suo surrealismo si sprigiona in canzoni che inneggiano allo stress e alla noia, treni che attraversano gli appartamenti, aspiranti suicidi che festeggiano la futura dipartita. E questo circo, che balla, suda e si dimena, aiuta a esorcizzare gli spauracchi di ogni giorno. Se Donsusai dovesse descriversi direbbe più o meno così: «sono giallo, giro un sacco e mi diverto»"

BIOGRAFIA FABRIZIO FRIGO & THE FREEZERS

I Fabrizio Frigo and the Freezers (FF&F) nascono a Firenze nell'aprile del 2011. La band è composta da Tony Frigo (voce), Paolo Frigo (chitarra), Furio Frigo (synth), Elia Frigo (basso) ed Enzo Frigo (batteria). Il gruppo nasce come interprete ufficiale del cantautore surrealista francese Fabrizio Frigo, ritiratosi da oltre un decennio dalla scena internazionale, rivisitando i brani del Maestro in chiave electro-pop. I primi passi della band si incentrano da subito sull'attività live, durante la quale ai musicisti si accompagnano due ballerine, le Macaluso Sisters, note alle cronache per i loro trascorsi cabarettistici. A un anno dalla fondazione della band esce il primo videoclip "Il treno delle 3:00 a.m.". A inizio 2013 arriva il primo EP (omonimo ed autoprodotto) realizzato in collaborazione con Francesco Felcini (Le Luci della Centrale Elettrica, Giorgio Canali, Ex-CSI), e prende il via un'intensa attività live che culmina con l'apertura del concerto di Elio e Le Storie Tese (Marea Festival di Fucecchio Giugno 2013), il primo posto al Campania Eco Festival 2013 e l'apertura dei concerti di Meg e Aucan (Ecofestival di Nocera Luglio 2013). Durante il 2014 i Fabrizio Frigo aprono i concerti di Marta Sui Tubi (Aprile 2014), NoBraino e Lo Stato Sociale (Giugno e Luglio 2014). Sempre nel corso dello stesso anno registrano il loro primo album, "Donsusai", in uscita a Gennaio 2015.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fabrizio Frigo & The Freezers live il 14 marzo ad Abbiategrasso

MilanoToday è in caricamento